18/12/2017

Inter-Juve è il big match, trasferte dure per Milan, Roma e Udinese.

novembre 22, 2008 di  
Inserito in Serie A

Il grande ex della sfida di S.Siro
ankor2/copyright flickr.com

ROMA – Tredicesima giornata all’insegna delle grandi sfide. Negli anticipi del sabato spicca il big match di San Siro tra Inter e Juventus, mentre al Franchi va di scena un avvincente Fiorentina-Udinese. La domenica vede l’entusiasmante sfida dell’Olimpico tra Lazio e Genoa, mentre per Milan e Roma due trasferte alquanto ostiche. Il Palermo prova ad uscire dalla crisi andando a Bologna, mentre il Napoli ospita un Cagliari in netta ripresa. Chiudono Chievo-Siena, Sampdoria-Catania e Reggina-Atalanta.
Tutti i numeri della 13/a giornata di serie A.

BOLOGNA-PALERMO – Il Bologna ha sempre subito reti in ciascuna delle 12 partite disputate finora in campionato, per un totale di 21 gol al passivo. L’ultima volta che i rossoblu hanno mantenuto inviolata la propria porta in un match di campionato risale all’1 giugno scorso: vittoria interna per 1-0 contro il Pisa, in Serie B. Gli emiliani, assieme alla Reggina, sono anche la squadra ad aver mandato finora in gol il minor numero di giocatori diversi: 4, Di Vaio, Moras, Valiani e Volpi. Il Palermo, invece, nelle ultime 23 trasferte disputate in campionato non ha subito gol solo in un’occasione: è accaduto lo scorso 2 marzo, 0-0 in casa della Reggina.

CHIEVO-SIENA – Il Chievo è reduce da 5 sconfitte consecutive in campionato, e se dovesse perdere ancora verrebbe stabilita la sua nuova striscia negativa record di sconfitte consecutive in Serie A, finora eguagliata rispetto al periodo febbraio-marzo 2005. La squadra clivense, inoltre, è rimasta una delle quattro formazioni (insieme a Atalanta, Bologna e Reggina) della Serie A che segna solo con giocatori partiti titolari. Il Siena non vince fuori casa dal 2-0 a Empoli, in Serie A, lo scorso 2 marzo. Nelle seguenti 12 partite, i bianconeri hanno messo insieme 6 pareggi e 6 sconfitte.

FIORENTINA-UDINESE – La Fiorentina non perde in casa dal 3 febbraio scorso quando venne superata per 1-0 dal Milan: da allora, nelle successive 21 partite, lo score casalingo viola è di 14 vittorie e 7 pareggi. Alberto Gilardino trova nell’Udinese il suo bersaglio preferito. Su 122 reti segnate, 11 le ha realizzate ai friulani. Marino ha in novembre il mese in cui le sue squadre hanno un rendimento migliore: media punti 1,90, frutto di 16 vittorie, 9 pareggi e 5 sconfitte, in 30 panchine.

INTER-JUVENTUS – L’ultima sconfitta interna ufficiale dell’Inter risale al 22 marzo 2008 quando venne sconfitta per 2-1 dalla Juventus: da allora lo score nerazzurro è di 7 successi e 5 pareggi. La formazione nerazzurrà è una delle tre squadre, assieme a Torino e Milan, ad aver finora segnato col maggior numero di giocatori diversi: 8, Adriano, Cordoba, Cruz, Ibrahimovic, Maicon, Obinna, Stankovic e Vieira. L’attaccante nerazzurro Zlatan Ibrahimovic, e quello juventino Amauri, sono due dei quattro calciatori finora più decisivi: i loro gol hanno portato 10 degli attuali punti in classifica a Inter e Juventus. Condividono la leadership Gilardino (Fiorentina) e Ronaldinho (Milan). La Juventus è reduce da 7 vittorie ufficiali consecutive l’ultima volta era successo nella stagione 2006/07 in Serie B. La Juventus non ha segnato solo una volta nelle ultime 20 partite ufficiali: il 27 settembre scorso, 0-0 in casa della Sampdoria.

LAZIO-GENOA – La Lazio è la squadra ad avere segnato il maggior numero di gol con giocatori provenienti dalla panchina: 6, con Rocchi (3), Foggia (2) e Simone Inzaghi (1). La formazione biancoceleste è anche la squadra che guadagna il maggior numero di punti tra primi e secondi tempi: il saldo attivo della squadra di Delio Rossi è addirittura di +10. Delio Rossi ha in novembre il mese in cui le sue squadre hanno il miglior rendimento in termini di media-punti per incontro: 1,72, frutto di 22 vittorie, 15 pareggi e 10 sconfitte, in 47 panchine. Per contro, Gianpiero Gasperini ha in novembre il mese in cui le sue squadre hanno il peggior rendimento in termini di media-punti per match: 0,90, frutto di 3 vittorie, 11 pareggi e 8 sconfitte, in 22 panchine.

Il Lecce vuole sfatare il tabù

LECCE-ROMA – In 13 precedenti ufficiali a Lecce, 7 pareggi (ultimo, 2-2 nella Serie A 2005/06) e 6 vittorie della Roma (ultima, 0-3 nella stagione 2003/04). L’unica vittoria del Lecce in match ufficiali contro la Roma resta il famoso 3-2 del 20 aprile 1986 dell’Olimpico, che costò lo scudetto ai capitolini. Il Lecce è rimasta l’unica squadra a non aver ancora beneficiato di un calcio di rigore a favore. L’ultimo penalty a favore dei salentini in campionato risale al 26 aprile scorso, in Serie B: Ravenna-Lecce 1-3, con trasformazione di Valdes. La Roma, con 4 espulsioni a carico ( De Rossi, Mexes, Panucci e Perrotta), è una delle due formazioni con minor fair-play nella Serie A 2008/09, alla pari del Napoli. La Roma ha sempre subito gol nelle ultime 11 trasferte ufficiali disputate, per un totale di 19 gol al passivo. L’ultima sfida esterna conclusa con la porta inviolata risale al 4 maggio scorso: vittoria per 3-0 in casa della Sampdoria.

NAPOLI-CAGLIARI – Centesima panchina in Serie A per Edy Reja, che ha finora guidato Vicenza e Napoli, collezionando 35 vittorie, 21 pareggi e 43 sconfitte. Nelle ultime 14 uscite casalinghe ufficiali, il Napoli ha collezionato 13 vittorie (di cui 10 nelle ultime 10 sfide disputate) e un pareggio (0-0 contro il Siena, in Serie A, lo scorso 27 aprile). Massimiliano Allegri ha in novembre il mese in cui le sue squadre hanno il miglior rendimento: media punti di 1,87, frutto di 8 vittorie, 6 pareggi e 2 sconfitte, in 16 panchine. Il Cagliari ha pareggiato solo una delle 14 partite ufficiali fin qui disputate, 0-0 in casa contro il Milan.

REGGINA-ATALANTA – Reggina-Atalanta è la sfida tra 2 delle 4 squadre della Serie A 2008/09 che segnano i loro gol solo con titolari. Gli amaranto segnano consecutivamente in casa da 12 partite ufficiali, dove hanno realizzato in totale 24 marcature. L’ultimo stop risale al 2 marzo scorso: 0-0 con il Palermo. L’Atalanta ha vinto solo una delle ultime 10 partite esterne ufficiali disputate: lo scorso 14 settembre, 1-0 a Bologna. Nelle altre 9 partite esterne prese in esame, lo score nerazzurro è stato di 2 pareggi e 7 sconfitte.

SAMPDORIA-CATANIA – Una vittoria del Catania a Marassi (1-0, nella Serie A 1964/65), poi nelle successive 9 sfide ha sempre vinto la Sampdoria. La squadra blucerchiata ha perso solo una delle ultime 24 partite casalinghe ufficiali disputate: 0-3 con la Roma. Nelle altre 23 sfide interne prese in esame, lo score blucerchiato è di 14 vittorie e 9 pareggi. Il Catania non vince una partita in trasferta dal 29 aprile 2007, quando s’impose per 1-0 in casa dell’Udinese: da allora 26 seguenti gare con 10 pareggi e 16 sconfitte.

TORINO-MILAN – Il Torino non segna al Milan da 568′, ovvero dal 62′ di Milan-Torino 2-1 del 17 marzo 2002, rete di Ferrante. Da allora si sommano i restanti 28′ di quel match e le intere 6 successive partite. Settimo confronto ufficiale tra gli attuali tecnici delle due squadre, con De Biasi che non ha mai vinto: un pareggio e 5 successi di Ancelotti. L’ultimo pareggio interno della squadra granata risale al 23 febbraio scorso: 4-4 contro il Parma, in campionato. Con 4 rigori a favore nelle prime 12 giornate, Torino e Milan sono due delle tre squadre che hanno ricevuto più tiri dal dischetto nell’attuale Serie A. Il Milan non perde un incontro ufficiale dal 14 settembre scorso, 2-0 a Marassi con il Genoa: da allora lo score rossonero è di 12 successi e 2 pareggi, con gli uomini di Ancelotti sempre a segno tranne che nello 0 a 0 di Cagliari.