28/04/2017

Brasile a valanga, buona la prima per Maradona. Ok Olanda e Spagna

novembre 20, 2008 di  
Inserito in Calcio Estero

ROMA – Mercoledì di calcio in Europa e non solo con le grandi nazionali protagoniste assolute sui campi di tutto il mondo. Si passa dalla goleada del Brasile ai danni del Portogallo, alla prima vittoria di Diego Armando Maradona come Ct dell’Argentina, dalla spettacolare sfida di Berlino tra Germania e Inghilterra, al pareggio senza troppe emozioni dei campioni del mondo dell’Italia. Ma andiamo con ordine.

Bel debutto per El Pibe de Oro
jmrobledo/copyright flickr.com

LA PRIMA DI DIEGO – Inizia col piede giusto la nuova avventura di Diego Armando Maradona. L’Argentina, infatti, arriva a Glasgow e si impone di misura grazie a una rete a inizio gara di Maxi Rodriguez. E’ l’ottavo minuto quando il centrocampista dell’Atletico Madrid finalizza un triangolo stretto sull’asse Tevez-Gutierrez. Meglio la Selecion a inizio partita, poi pian piano la Scozia ha preso le misure della squadra sudamericana rendendosi pericolosa soprattutto sulle palle alte. Buona la prima, dunque, ma c’è ancora molto da lavorare.

BRASILE A VALANGA – Nel giorno della sfida tra Kakà e Cristiano Ronaldo è il Brasile a farla da padrona. La nazionale verdeoro travolge il Portogallo per 6-2 e chiude un 2008 non proprio positivo con una prova molto più che convincente. Eppure il match non era iniziato nel migliore dei modi per gli uomini di Dunga andati sotto con una rete di Danny. La reazione al gol lusitano è pressoché travolgente: Luis Fabiano con una doppietta segna il sorpasso dei padroni di casa, poi Maicon prima del terzo gol e quindi della tripletta dell’attaccante del Siviglia dilagano per il Brasile. I portoghesi si rifanno sotto con Simao, ma per Elano ristabilisce le distanze prima del gol finale del neo entrato Adriano.

Mr.Fabio espugna Berlino
dayorama/copyright flickr.com

COLPACCIO CAPELLO – Un’Inghilterra rimaneggiata (si fa per dire) espugna l’Olympiastadion al termina di una gara tiratissima ed entusiasmante contro una Germania mai doma (1-2). Capello, che deve fare a meno di Rooney, Lampard, Gerrard e Ferdinand, si affida ai gol di Upson (gol in mischia su azione da calcio d’angolo) e al sempre giovane Terry (colpo di testa in elevazione su Westermann). Proprio il capitano inglese era stato protagonista di una disattenzione difensiva (grave incertezza con collaborazione del portiere) in occasione del gol tedesco firmato da Helmes. Da segnalare anche un palo di Wright Phillips dalla lunga distanza.

DELUSIONE FRANCIA, OK SPAGNA UCRAINA E OLANDA – Gara priva di emozioni a Parigi dove la Francia di Domenech impatta sullo 0-0 contro un ottimo Uruguay bravo nel chiudere tutti gli spazi e a bloccare sul nascere ogni iniziativa transalpina. Ottima, invece, la prova dell’Olanda che affonda una Svezia orfana di Ibrahimovic (3-1). Negli Orange spiccano uno straordinario Van Persie, autore di una doppietta, e il solito Kuyt. Di Kallstrom il gol bandiera degli scandinavi. Vittoria facile per i campioni d’Europa della Spagna che si impongono con un secco 3-0 sul Cile grazie alle reti di Villa (rig), Fernando Torres e Cazorla e allungano così la loro striscia positiva a 28 partite. Vittoria di rigore per l’Ucraina che batte la Norvegia grazie a una rete dagli undici metri di Seleznev.
Una rete di Ziegler permette alla Svizzera di superare un’ostica Finlandia nell’unica gara europea valida per le qualificazioni.

LE RIVALI AZZURRE – Sguardo finale sulle rivali italiani del girone di qualificazione ai Mondiali del Sud Africa. Perde in casa l’Eire del Trap per 2-3 con la Polonia. Affonda a Belgrado la Bulgaria. La Serbia, infatti, si impone con un tennistico 6-1 sbagliando anche due rigori con Milosevic, autore comunque di una doppietta.

LE ALTRE PARTITE

AUSTRIA-TURCHIA 2-4
AZERBAIGIAN-ALBANIA 1-1
CIPRO-BIELORUSSIA 2-1
DANIMARCA-GALLES 0-1
EGITTO-BENIN 5-1
GHANA-TUNISIA 0-0
ISRAELE-COSTA D’AVORIO 2-2
LITUANIA-MOLDAVIA 1-1
LUSSEMBURGO-BELGIO 1-1
MALTA-ISLANDA 0-1
MONTENEGRO-MACEDONIA 2-1
OMAN-PARAGUAY 0-1
ROMANIA-GEORGIA 2-1
SLOVENIA-BOSNIA 3-4
SUD AFRICA-CAMERUN 3-2