18/08/2017

Prima divisione: Padova e Gallipoli si avvicinano alla vetta

novembre 17, 2008 di  
Inserito in Lega Pro

Eccoci qui con il consueto appuntamento settimanale con la Lega Pro. Andiamo a vedere nel dettaglio quanto è successo nei due gironi di Prima divisione.

Al Padova il big match

GIRONE A. Nella giornata dei big match, esce vincitore il Padova. I biancoscudati confermano la loro forza sul campo amico dell’Euganeo prevalendo sulla Cremonese al termine di un match acceso e ricco di emozioni. I grigiorossi aprono le danze con un eurogol di Guidetti al 34′ e sfiorano subito il raddoppio. Il pari dei locali con Di Nardo, però, giunge immediato. Ancor più palpitante la ripresa. Succede tutto nel quarto d’ora finale: Rabito indovina una gran punizione (6° gol in campionato), Viali trova l’inzuccata vincente su corner. Il pari sembra la conclusione più logica, ma un tiro al volo di Baccolo all’89’ fa esplodere di gioia l’Euganeo. Il Padova sale al 2° posto a -2 dalla capolista.
Lo 0-0 del Mazza favorisce infatti la formazione di Sabatini. Il risultato senza reti non rispecchia il piacevole andamento del match: primo tempo a favore della Pro Patria, ripresa tutta per la Spal con occasioni da entrambe le parti. Il pari, dunque, è tutto sommato giusto, anche se i ferraresi protestano per un paio d’interventi dubbi in area bustocca. La distanza in classifica tra le due compagini rimane invariata.
Cade il Novara sul campo di un ritrovato Verona che non vinceva dal 14 settembre scorso. Sinigaglia illude gli ospiti, travolti in venti minuti dalle reti di Tiboni, Bellavista e Parolo. La maledizione pareggi dell’Hellas -5 nelle ultime 6 gare- è sfatata. Torna a vincere anche il Cesena grazie ai suoi attaccanti: Veronese, Motta e Giaccherini stendono il Monza. Bene Reggiana e Lumezzane, ora a ridosso della zona play-off, contro le lombarde Lecco e Legnano.
Crisi nera, invece, per Venezia (7° turno senza vittorie), sempre più ultimo, e Ravenna, ko anche col fanalino di coda Portogruaro (1-2). Tre punti importanti per la Samb contro la Pro Sesto (2-1).

GIRONE B. Valzer di pari in alta classifica. La capolista Crotone sogna il colpaccio in quel di Pagani fino all’80’. Un rigore freddamente realizzato da Tisci, però, frena la sua corsa e l’eventuale fuga. Pareggia anche l’Arezzo, a secco di vittorie ormai da cinque turni. Il punto arpionato tra le mura casalinghe è comunque di buon auspicio dato che la partenza del Pescara (1-0 di Simon) lasciava presagire un altro pomeriggio nero. Cavagna infila l’1-1 nella ripresa, un brodino caldo con cui ristorarsi dopo due brutti ko. Il festival del segno X si chiude al Zaccheria di Foggia dove i padroni di casa raddrizzano con un rigore di Salgado il big match di giornata con il Benevento.
In questo marasma di pareggi, ne approfitta il Gallipoli che, trascinato da un super Di Gennaro (doppietta), stende il Sorrento. Pugliesi ad un solo punto dal Crotone.
Risale e si riaffaccia in zona play-off la Cavese. I campani vincono in rimonta a Foligno con doppietta di Sorrentino e gol vittoria dell’ex Messina Schetter.
Il Taranto dà tre calci alla crisi: Dionigi, Di Bari e Caturano spazzano via il Lanciano e le nubi sullo Iacovone. Seconda vittoria di fila con firme eccellenti (Grieco e Biancolino) per la Juve Stabia; finiscono senza reti PistoiesePerugia e PotenzaTernana: deludono ancora, quindi, le compagini umbre.