21/09/2017

Liverpool e Chelsea senza problemi. United a valanga, crolla l’Arsenal

novembre 17, 2008 di  
Inserito in Premier League

LONDRA – Dimenticate le fatiche della Curling Cup, nella 13/a giornata della Premier League le big innescano l’acceleratore e strapazzano le rispettive rivali. Perde terreno solo l’Arsenal che, sconfitta in casa dall’Aston Villa, viene superata in campionato dal Manchester e agganciata dagli stessi “Villans”.

Kuyt scardina la difesa del Bolton
d.rawcliffe-propaganda/copyright flickr.com

I Reds chiamano..– Il Liverpool apre le danze del 13/o turno andando a sbancare il campo del Bolton (0-2). Dimenticata la clamorosa eliminazione in Coppa di Lega per mano del Tottenham, gli uomini di Benitez si impongono sull’undici di Gary Megson e non perdono terreno nei confronti degli inseguitori. Partono subito forte Gerrard e compagni. Kuyt prima fa le prove generali del gol colpendo una traversa al 22′, poi al 28′ l’olandese con un colpo di testa su cross di Fabio Aurelio porta in vantaggio i suoi. La pressione ospite è impressionante e il Bolton è schiacciato nella propria metà campo senza avere il tempo di reagire allo svantaggio. Nella ripresa come se non bastasse la sfortuna si abbatte sui padroni di casa. Megson getta nella mischia il giamaicano Gardner (che aveva già deciso la gara contro il City) che al 52′ salta Reina ma a porta vuota incespica sul pallone manda clamorosamente fuori. Il Bolton si riversa in attacco lasciando ai Reds l’opportunità di colpire in contropiede e propria da una ripartenza Torres (appena entrato) crossa per la testa di Gerrard che raddoppia impietosamente. El Nino nel finale prova a cercare la gloria personale ma il palo gli nega la gioia del gol.

..i Blues rispondono– Il Liverpool chiama, il Chelsea risponde. Gli uomini di Scolari, infatti, impegnati a West Bromwich strapazzano l’avversario chiudendo la gara nel primo tempo (0-3). Il WBA dopo un avvio arrembante subiscono i Blues e al 34′ incassano l’1-0 con una prodezza di Bosingwa che pennella una parabola imprendibile che si infila sotto l’incrocio dei pali. Passano pochi minuti e al 38′ Anelka, lanciato da Malouda, beffa con un morbido tocco sotto il portiere Carson. Il francese si ripete allo scadere del primo tempo sfruttando al meglio un assist di Kalou.

Doppietta per C.Ronaldo
copyright flickr.com

Super Ronaldo– I campioni d’Europa del Manchester United archiviano la pratica Stoke (5-0) con un pokerissimo aperto e chiuso da Cristiano Ronaldo. L’asso portoghese, infatti, con un magistrale calcio di punizione apre la festa dell’Old Trafford dedicata a un certo sir Alex Ferguson (50 anni esatti dal suo primo esordio – 16 anni – in seconda divisione del campionato scozzese, ndr). La festa dei Red Devils continua con Carrick (45′), Berbatov (49′) e il giovane Welbeck (84′). Poi, nel finale, un’altra punizione di Cristiano Ronaldo (89′) chiude le danze.

Colpo Villans– Ha poco di cui essere felice l’Arsenal di Wenger che in un solo colpo viene superata dal Manchester e si fa agganciare dall’Aston Villa che all’Emirates Stadium supera i Gunners per 2-0. I padroni di casa sprecano l’impossibile e nel finale collassano sotto un autogol di Clichy al 70′ e a una rete in contropiede (con l’Arsenal riversata nella metà campo avversaria alla ricerca del pareggio) di Agbonlahor all’80’.

Le altre– Pareggio senza reti, invece, per il West Ham di Zola (contro il Portsmouth) che conclude così una serie negativa che durava da quattro gare.
Spettacolare 2-2 tra il Newcastle e il Wigan Athletic. Al St. James’ Park i padroni di casa vanno sotto nel primo tempo grazie a una rete dopo soli 3′ di gioco di Taylor. La reazione dei Magpies è immediata ma i due gol che regalano il sorpasso arrivano solo nel finale, prima con Owen all’80’, poi con Martins all’89’. Ma un minuto più tardi arriva la beffa  di Bramble che chiude le marcature.
2-2 anche tra Hull City e Manchester City. Una gara incredibile quella vista al KC Stadium. La gara si accende al 14′ quando Haim pasticcia in difesa, sbaglia il retropassaggio al portiere e Cousin ne approfitta anticipando Hart e mettendo il pallone alle spalle del promettente portiere inglese. Al 37′ il City pareggia grazie all’errore difensivo di Zayatte che permette a Ireland di pareggiare i conti. Poco prima della fine del primo tempo il City capovolge il risultato sempre con Ireland che dal limite trafigge Myhill. La ripresa è più intensa e ricca di occasioni rispetto alla prima frazione e all’83’ Geovanni su punizione infila il 2-2 finale.
Pari anche tra Everton – Middlesbrough (1-1), mentre vincono Fulham (2-1) e Sunderland (1-2) rispettivamente contro il Tottenham e il Blackburn.