17/12/2017

Il Milan tiene il passo dell’Inter. La Roma fa suo il derby

novembre 16, 2008 di  
Inserito in Serie A

ROMA – Dopo i successi negli anticipi di Juventus e Inter nella dodicesima giornata di Serie A il Milan, pur senza brillare, tiene la scia dei cugini nerazzurri e supera grazie a un generoso rigore di Kakà il Chievo (1-0). Perdono invece il passo delle prime l’Udinese, sconfitta in casa dalla Reggina (0-1) e il Napoli battuto a Bergamo dall’Atalanta (3-1). Importanti vittorie del Cagliari, sulla Fiorentina (1-0), del Catania, sul Torino (3-2) e della Sampdoria sul Lecce (3-2). L’unico pareggio della giornata arriva da Siena-Bologna conclusa sull’1-1. Nel posticipo della serata una rete del brasiliano Baptista consegna il derby alla Roma.

Atalanta –Napoli (3-1)

Gara emozionante soprattutto nella ripresa. I lombardi passano in vantaggio al 17′ grazie a un’azione personale di Ferreira Pinto. Il Napoli cerca di reagire e in inferiorità numerica, espulso Zalayeta per doppia ammonizione, riesce a pareggiare con un rigore di Hamsik. Nel finale la gara s’innervosisce, viene espulso anche Del Neri e al 44′ una punizione di Manfredini deviata da Gargano consegna il vantaggio ai bergamaschi. Floccari pochi istanti più tardi chiude definitivamente i conti.

Cagliari-Fiorentina (1-0)

Al Sant’Elia i sardi centrano il terzo successo consecutivo in gare casalinghe e continuano la loro scalata nella classifica posizionandosi al dodicesimo posto. Gara molto equilibrata decisa alla mezz’ora del primo tempo da un rigore fischiato per fallo di Gamberini e realizzato da Acquafresca.

Hat trick per Mascara
calciocatania.com/copyright flickr.com

Catania-Torino (3-2)

E’ la giornata di Mascara che con una prestazione eccezionale condita da una tripletta trascina i compagni alla vittoria e spegne le ambizioni dei piemontesi. Inutili le reti di Colombo e Amoruso. Per Zenga, con la vittoria e il sesto posto in classifica, si prospetta ora una settimana più tranquilla dopo che nei giorni scorsi le minacce di lasciare la Sicilia e le successive polemiche avevano minato la serenità dell’ambiente etneo.

Milan-Chievo (1-0)

Ai rossoneri basta un contestato rigore di Kakà al 15’ del primo tempo, il fallo sul brasiliano era fuori area, per avere la meglio di un modesto Chievo e tenere il fiato sul collo all’Inter capolista. Il divario tecnico tra le due squadre viste a San Siro era notevole e anche senza brillare la vittoria è meno sofferta di quanto dica il risultato finale.

Sampdoria- Lecce (3-2)

Convincente prestazione dei blucerchiati che guidati da un ispirato Cassano superano i salentini in una gara ricca di gol ed emozioni. Liguri avanti di due reti, Cassano e Delvecchio nel primo tempo. Poi buona reazione dei salentini, ma la doppietta di un ottimo Tiribocchi è resa inutile dal gol alla fine decisivo di Stankevcius.

Siena-Bologna (1-1)

Ancora una volta il Siena disputa un gara d’attacco, domina l’avversario ma alla fine non riesce ad avere la meglio. Calaiò è il protagonista, questa volta in negativo, perché fallisce un calcio di rigore. Gli ospiti sono apparsi in difficoltà, quasi impauriti e alla fine il pareggio ottenuto grazie al rigore di Di Vaio che annulla la rete senese di Ghezzal può aiutare almeno per il morale.

Udinese- Reggina (0-1)

Grazie a una prestazione impeccabile i calabresi chiudono tutti gli spazi, impediscono ai friulani di mostrare il gioco spettacolare delle prime giornate e ottengono una preziosissima vittoria in chiave salvezza. Il protagonista della gara è stato Brienza autore del gol, al 15’ della ripresa, con uno splendido tiro al volo su assist di Cozza.

Baptista decide il derby
as.com/copyright flickr.com

Roma-Lazio (1-0)

Gara equilibrata che regala emozioni soprattutto nella ripresa dopo che nel primo tempo hanno prevalso i tatticismi. La rete della vittoria porta la firma di Baptista che al 5′ del secondo tempo concretizza con un perfetto colpo di testa un assist di Totti. La Lazio, crea gioco e occasioni anche quando resta in inferiorità numerica per l’espulsione di Ledesma. Alla fine la sconfitta non ne ridimensiona le ambizioni in vista del proseguo del campionato.

Anticipi:

Palermo-Inter (0-2)

Una superba prestazione di Ibrahimovic consente all’Inter di mantenere la testa della classifica. I siciliani apparsi più tonici nel primo tempo cedono nel secondo tempo a una splendida doppietta dello svedese che colpisce al 1′ e al 17′ prima con un tiro di destro dalla distanza e poi su calcio di punizione.

Juventus-Genoa (4-1)

Vittoria più facile del previsto per la Juve contro un Genoa apparso comunque intraprendente. Le marcature bianconere portano la firma di Grygera, Amauri Iaquinta, oltre a un’autorete di Papastathopoulos, mentre per i grifoni la rete è del solito Milito su calcio di rigore.