17/12/2017

Torna a volare la Pro Patria. Crotone show si prende il primato

novembre 10, 2008 di  
Inserito in Lega Pro

Crotone solo in testa

Rieccoci con il tradizionale appuntamento settimanale con la 1° divisione di Lega Pro. Andiamo a vedere nel dettaglio quanto è successo nei due gironi.

GIRONE A– La Pro Patria ritrova in colpo solo la via del successo e il primato solitario. La formazione di Lerda, infatti, stende il Cesena di Bisoli dopo 4 turni di digiuno. Successo mai in discussione, timbrato dalle frecce più acuminate dei bustocchi, ossia Correa (6° centro), Toledo e Fofana (4° sigillo). Motta ha provato a riaprire la contesa, ma i romagnoli hanno fallito l’ennesima prova di maturità: nei tre match con le big Padova, Novara e appunto Pro Patria è arrivato un solo punto.
Le inseguitrici, però, Novara escluso (1-1 casalingo con il Pergocrema), non scherzano. Padova e Spal espugnano rispettivamente Ravenna e Venezia con un identico 2-1, stesso risultato ottenuto dalla Cremonese contro la Samb. Torna il sorriso, dopo 5 gare senza vittorie, anche in casa Reggiana: il difficile campo di Lecco è sbancato con i gol di Grieco e Zini. Il Monza, invece, sfata finalmente il tabù del Brianteo grazie al 2-0 sul fanalino di coda Portogruaro. Cade l’imbattibilità del Lumezzane a Legnano, doppia rimonta del Verona a Sesto San Giovanni.

GIRONE B– La capolista Arezzo cade a Marcianise e lascia lo scettro al Crotone. Il Lanciano deve inchinarsi alla legge dello Scida, dove le sei squadre scese ad affrontare i padroni di casa sono tornate a casa con un pugno di mosche in mano. Morante illude gli ospiti con una doppietta, poi la marea rossoblù travolge i sogni abruzzesi con altri quattro gol che fissano il 5-3 finale. In attesa del posticipo del Gallipoli, dietro tiene il passo solo il Benevento che stende il Foligno con doppietta di Clemente. Il Foggia, infatti, strappa un buon punto a Perugia -nel duello tra bomber Del Core replica a Mazzeo– ma scivola a -4.
Sale il Pescara che tra le mura casalinghe è invincibile (4 vittorie e un pari) al contrario che in trasferta dove non ha colto ancora un successo. Percorso simile a quello della Cavese che ha conquistato 13 punti dei 17 totali a Cava dei Tirreni: anche il Potenza s’arrende a questa statistica. In un girone dove il fattore campo conta tantissimo, l’unico colpo esterno lo mette a segno la Juve Stabia a Sorrento, mentre continua la crisi del Taranto (1-1 a Pistoia) che non vince da 4 turni e scivola in zona play-out. E pensare che a giugno la B era ad un passo..