19/08/2017

Nasri affonda il Manchester. Chelsea e Liverpool in fuga

novembre 10, 2008 di  
Inserito in Premier League

Nasri incubo dei Red Devils
copyright flickr.com

LONDRA– La copertina di giornata della Premier League è tutta per Samir Nasri, il francesino capace di affondare all’Emirates i campioni in carica del Manchester United. L’Arsenal si rilancia dopo gli ultimi balbettii ma favorisce involontariamente la fuga della premiata coppia LiverpoolChelsea che si sbarazzano senza eccessivi patemi di West Bromwich e Blackburn. Più in basso, continua inesorabile la risalita del Tottenham miracolato dalla cura Redknapp ai danni di un City ingenuo e in serie negativa. E’ crisi nera, invece, per Zola, un punto nelle ultime sei uscite.

Samir magnifique– L’Emirates rimane stregato per i Red Devils. Mai, infatti, sono riusciti a vincere nel nuovo stadio dei Gunners, e in questo 12° turno la tendenza è stata confermata. I Gunners, sebbene largamente rimaneggiati, vincono il big match grazie al maggior cinismo. Incredibile dictu, considerati gli sciupi clamorosi delle precedenti partite. Il match è vibrante, concitato, le occasioni fioccano, ma a buttarla dentro due volte è uno dei prodotti della generazione d’oro francese, Samir Nasri. Il francesino vince a distanza il duello con il più acclamato Cristiano Ronaldo, sempre pericoloso ma mai incisivo. E’ il connazionale Da Silva, infatti, a riaprire la contesa nel finale, ma stavolta l’Arsenal non è in vena di regali: rilancio in grande stile e Manchester scavalcato.

Anelka è il nuovo capocannoniere
copyright flickr.com

Fuga– Volano a +6 Reds e Blues. La vittoria degli uomini di Benitez sul West Bromwich è pura formalità, la novità più rilevante è rappresentata dai primi gol in Premier con la maglia Red di Robbie Keane. Eh sì, perchè l’irlandese, una volta sbloccatosi, ha voluto concedere il bis prima del 3-0 di Arbeloa. Doppietta anche per l’artefice del successo londinese Nicolas Anelka, nuovo capocannoniere del torneo con 10 reti. Sotto una pioggia battente, il Chelsea respinge le velleità del Blackburn e torna a sorridere dopo il ko di Roma.

Funziona la cura Redknapp, Zola in crisi– Cinque gol in una settimana. Così il ritrovato Darren Bent trascina il Tottenham all’ennesima vittoria della gestione Redknapp. Fortunato o meno, l’ex tecnico del Portsmouth ha rivoluzionato i destini degli Spurs. A farne le spese, stavolta, un City a dir poco ingenuo. In vantaggio con la rete del solito Robinho, i padroni di casa rimangono in 10 per l’espulsione di Fernandes. E così arriva la rimonta e sorpasso firmata dall’ex Charlton (e i centri personali diventano 7) che permette agli ospiti di abbandonare l’ultimo posto in classifica.
Crisi sempre più nera per Zola, passato in poco tempo dalle stelle alle stalle. Al cospetto dell’Everton matura la 5° sconfitta in 6 gare, la più incredibile: basti pensare che gli Hammers vincevano all’83’ prima d’incassare tre gol (due da Saha) in 5 minuti. Inaudito. Non sta molto meglio il Sunderland che subisce il terzo ko di fila all’90’; decisivo per il Portsmouth Defoe (6° gol per lui). I colpacci di Bolton (contro Hull City) e Middlesbrough (con l’Aston Villa, doppietta di Tuncay) confermano la tendenza di giornata che ha visto le squadre impegnate in trasferta prevalere. Chiude il pari a reti bianche tra Stoke e Wigan.