22/09/2017

Ronaldinho illumina il Milan. Braga sconfitto solo nel recupero

novembre 7, 2008 di  
Inserito in Europa League, Milan

La felicità di Dinho dopo il gol vittoria
soccer news tv/copyright flickr.com

MILANO – Quando tutto sembrava chiudersi con uno spento e inguardabile 0-0 ecco la giocata che non ti aspetti: un bolide d’esterno destro dal limite che si infila nel sette imparabile per il portiere. E’ Ronaldinho, in pieno recupero, a illuminare con un lampo incredibile la notte di San Siro. Un 1-0 che permette ai rossoneri di chiudere la seconda giornata della fase a gironi della Coppa Uefa in testa al girone. Da solo, come in campionato.

Un gol da Champions in una notte Uefa. Un gol che vale la dodicesima vittoria nelle ultime tredici gare dei rossoneri. Un gol che fa esplodere la gioia di un campione non ancora al top ma ritrovato sotto il profilo umano.

Per l’occasione Ancelotti prova un inaspettato 4-3-3 con l’inedita coppia Senderos-Kaladze al centro della difesa e con il trio Pato-Shevchenko-Inzaghi lì davanti.  A centrocampo si rivede Flamini al fianco di Gattuso ed Emerson. D’altro canto Jorge Jesus si affida a un più solido 4-4-2 con Pexioto preferito a Joao Pereira e Meyong al posto di Paulo Cesar.

SPUMEGGIANTE – Avvio di primo tempo col botto per entrambe le formazioni che in 15’ vantano ben sei palle gol: tre per parte. Più pericolosi i rossoneri con Inzaghi che al 4′ di testa lambisce il palo alla sinistra di Eduardo, un minuto dopo Shevchenko sfiora l’incrocio dei pali dal limite di destra. Passano sessanta secondi  e Renteira, per il Braga, calcia a lato di un soffio. Al 7′ Pato rientra bene sul destro dal vertice dell’area e calcia forte, ma troppo centrale. Poi ancora due occasione per Renteira ma la mira non è delle migliori.
Poi più nulla per una ventina di minuti, durante i quali le squadre si organizzano a centrocampo, mantenendo comunque un buon ritmo. Alla mezzora l’occasionissima per i portoghesi: Peixoto dal limite dell’area piccola calcia a colpo sicuro, ma Dida sfodera un intervento da campione e blocca a terra. Al 39′ la più bella azione del Milan del primo tempo: palla giocata di prima da Pato sulla destra per Shevchenko che, dopo un bell’allungo, crossa forte e teso in mezzo all’area dove Inzaghi di testa schiaccia la palla al suolo che rimbalza sopra la traversa. Prima dell’intervallo Gattuso ci prova da fuori di destro ma una deviazione gli nega la gioia del gol.

NOIA – La ripresa regala ben poco. Un’ottima iniziativa di Seedorf, subentrato a Emerson, che però non riesce a concludere a rete e due tiri dalla distanza di Peixoto prima che Renteira divori un gol praticamente fatto solo davanti a Dida. Quello che accade al 3’ di recupero col destro di Ronaldinho è già storia.

MILAN – SPORTING BRAGA 1-0 (0-0)
Reti: nel st 48′ Ronaldinho.
Milan (4-3-3): Dida 6.5, Antonini 6, Senderos 6, Kaladze 6, Jankulovski 5.5, Gattuso 7, Emerson 6 (24′ st Seedorf 5.5), Flamini 5.5, Pato 5.5 (18′ st Ronaldinho 6.5), Shevchenko 6, Inzaghi 6. (16 Kalac, 25 Bonera, 36 Darmian, 51 Pedrocchi, 11 Borriello). All.: Ancelotti 5.5.
Sporting Braga (4-4-2): Eduardo 6, Frechaut 6.5, Moises 6.5, Rodriguez 6, Evaldo 6, Vandinho 6, Alan 6.5 (44′ st Joao Pereira sv), Cesar Peixoto 6.5 (30′ st Matheus 6.5), Luis Aguiar 6.5, Renteira 5, Meyong 5 (1′ st Paulo Cesar 5). (31 Kieszek, 44 Andre Leone, 7 Mossoro, 10 Jorginho). All.: Jorge Jesus 6.5.
Arbitro: Rasmussen (Danimarca) 4

-clicca qui per vedere risultati coppa Uefa e classifica gironi coppa Uefa