17/12/2017

4°giornata: Lione e Zenit ok, colpo del Porto, inglesi frenate

novembre 6, 2008 di  
Inserito in Champions League

Juninho avvicina il Lione agli ottavi
galeria futbolera/copyright flickr.com

ROMA– A 180 minuti dal termine della fase a gironi di Champions quasi definite le situazioni dei gruppi E e F, dove Manchester, Villarreal, Lione e Bayern sono ad un passo dagli ottavi. Nel G, invece, c’è ancora incertezza: il Porto è tornato in corsa e l’Arsenal non può dormire sonni tranquilli. Infine, nel gruppo della Juve (già qualificata) lo Zenit si giocherà il tutto per tutto con il Real.

GIRONE E

Aalborg-Villarreal 2-2. Qualificazione rinviata. Gli spagnoli si fanno raggiungere in terra di Danimarca nel finale di partita quando l’accesso agli ottavi era ad un passo. Dopo una prima fase di studio, il Sottomarino Giallo passa al 41′ con un destro del nostro Giuseppe Rossi, apparso ancora una volta in palla. I danesi, però, non mollano e impattano con Curth, liberato da un colpo di tacco di Caca. Llorente riporta avanti i suoi alla mezz’ora, ma la punizione di Due rimanda la festa iberica.

Celtic Glasgow-Manchester United 1-1. Giggs salva lo United dalla prima sconfitta europea e ipoteca il passaggio del turno. Il Celtic, agevolato dall’ampio turnover applicato da Ferguson, passa al 13′ con Mc Donald. Primo gol in Champions per gli scozzesi e prima rete subita dagli inglesi. I Red Devils spingono e creano, ma i tentativi di Rio Ferdinand e Berbatov vengono stoppati sul più bello. Ci vuole allora un lampo di Ronaldo: Boruc non trattiene la sua punizione, Giggs è lesto a ribadire di testa in rete. Ottavi ad un passo.

GIRONE F

Lione-Steaua Bucarest 2-0. Gli uomini di Puel stendono per la seconda volta i romeni e vedono gli ottavi inguaiando la Fiorentina. Zapata riesce ad opporsi bene a Benzema e Reveillere ma è incerto sulla tutt’altro che irresistibile punizione di Juninho. Trovato il vantaggio, il Lione sfiora il raddoppio e sa soffrire fino a quando Reveillere, in contropiede, scarica alle spalle dell’estremo ospite il gol della sicurezza.

L.Gonzalez rimette in corsa il Porto
jt karyo/copyright flickr.com

GIRONE G

Arsenal-Fenerbahce 0-0. Continua il momento no dei Gunners. All’Emirates va infatti in scena l’ennesimo festival delle occasione sciupate con Van Persie protagonista assoluto. Volkan si esalta a ripetizione e quando non può nulla è la traversa a salvarlo. Lo 0-0 non si sblocca e la qualificazione degli inglesi rimane in bilico. Per i turchi, ormai tagliati fuori, è un punto che fa morale.

Dinamo Kiev-Porto 1-2. Colpaccio vitale per i portoghesi che espugnano Kiev nell’extratime. Gli ospiti partono bene (palo di Meireles) ma sono gli ucraini a passare con Milevsky. La Dinamo potrebbe mettere una seria ipoteca sulla qualificazione nella ripresa ma Helton fa il miracolo su Aliyev. Arriva così il pari ospite: perfetta l’incornata di Rolando su punizione di Meireles. Il punto, però, non basta ai portoghesi che continuano a spingere. Pressione premiata al 91′ quando Lucho Gonzalez firma il pesantissimo successo. Il Porto torna prepotentemente in corsa scavalcando al 2° posto proprio la Dinamo.

GIRONE H

Bate Borisov-Zenit San Pietroburgo 0-2. Gli uomini di Advocaat centrano il primo successo in Champions e tornano a sperare. A Minsk la partita è vivace, aperta ad ogni risultato. Lo Zenit è però più pericoloso e passa in vantaggio con Pogrebnyak ben assistito da Zyrianov. Il Bate risponde presente, i russi rimangono in dieci ma tengono duro. E al 94′ uno splendido assolo di Danny regala loro il raddoppio. Lo Zenit si giocherà la qualificazione con il Real nel prossimo turno.

-clicca qui per vedere risultati Champions League e classifica gironi Champions League