20/08/2017

Mutu illude i viola, Borowski li gela. Qualificazione compromessa

novembre 5, 2008 di  
Inserito in Champions League, Fiorentina

Borowski spegne le speranze viola
b.schrade/copyright flickr.com

FIRENZE– La solita Fiorentina bella e sciupona. Che crea tanto ma la butta dentro una volta sola e alla prima disattenzione viene castigata. E’ questo il leit motiv dell’avventura europea della band Prandelli che -purtroppo- si ripresenta puntualmente. Il gol di Borowski all’80’ gela il Franchi e decreta la pressochè definitiva condanna viola in virtù anche della vittoria del Lione con la Steaua. Per qualificarsi agli ottavi ci vorrà ora un miracolo (tedeschi e francesi hanno 5 punti in più), più ragionevole pensare di giocarsi il tutto per tutto con i romeni per conquistare il terzo posto valido per la Uefa.

La zampata di Mutu–  L’imperativo della band Prandelli alla vigilia della sfida con il Bayern è uno: vincere. L’avvio, però, vede i bavaresi più a loro agio con molto possesso palla e sortite in avanti. Ma la prima incursione viola è di quelle che fanno male. Zauri crossa dalla destra, Gilardino sfiora di testa e Mutu fa secco Rensing con un bel piatto di prima intenzione. Il match si mette bene per i viola che sfiorano il raddoppio in diverse occasioni con l’attaccante biellese, lo stesso Mutu e Melo con un bel tiro dalla distanza, ma ancora una volta manca quel pizzico di cinismo necessario per conquistare l’intera posta in palio.

Errore fatale– Rimasta in linea di galleggiamento, la formazione di Klinsmann può riorganizzarsi e pungere sulle fasce con i furetti Schweinsteiger e Ribery. L’inserimento di Podolski provoca ulteriori imbarazzi alla retroguardia locale, ma tutto sommato la barca sembra reggere. E’ solo un fuorigioco sbagliato, infatti, ad affondare le speranze di vittoria viola. Corre l’80’ e Borowski è freddo nel capitalizzare la ghiottissima chanche. L’1-1 è una pietra pesantissima sull’umore e la Fiorentina nel finale rischia il tracollo. Klose, però, decide inconsciamente di non punire oltremodo i viola spedendo in curva Fiesole la palla del sorpasso. Sarebbe stato davvero troppo, ma gli ottavi diventano comunque un miraggio.

-clicca qui per vedere risultati Champions League e classifica gironi Champions League