25/09/2017

Posticipi B: Livorno rialza la testa, Ascoli si salva in zona Cesarini

novembre 3, 2008 di  
Inserito in Brescia, Rimini, Serie B

Tavano, che tris! p ramalli/copyright flickr.com

7° centro stagionale per Tavano
p ramalli/copyright flickr.com

Nel doppio posticipo della 12° giornata di serie B il Livorno torna a sorridere e si riaffaccia nei quartieri alti della classifica battendo 2-0 il Brescia, mentre l’Ascoli prende una boccata d’ossigeno strappando il pari al Rimini nel finale di partita.

LIVORNO-BRESCIA 2-0. All’Armando Picchi sfida di lusso tra amaranto e rondinelle. Entrambe le compagini hanno ottimi motivi per cercare il colpo da tre punti: i padroni di casa per rilanciarsi dopo un avvio a corrente alterna, gli uomini di Sonetti per volare da soli in vetta alla classifica. Ne consegue che il match è combattuto, pieno di occasioni di una parte e dall’altra sotto gli occhi del ct Marcello Lippi. L’incontro si sblocca al 31′: Rossini, lanciato a tu per tu con il portiere, serve a Tavano il più comodo degli assist. Per l’ex Valencia è un gioco da ragazzi siglare il settimo centro stagionale. Il raddoppio è invece opera di Loviso, li cui destro su punizione è letale per l’estremo lombardo. Lo stesso fantasista viene espulso per doppia ammonizione al 33′ della ripresa e favorisce il tentativo di rimonta del Brescia che però non si concretizza. Vince il Livorno e, in attesa di iniziare a marciare in trasferta come in casa, rivede la zona play-off.

ASCOLI-RIMINI 1-1. I marchigiani, reduci da 4 ko consecutivi, sono in crisi nera e patiscono la contestazione dei tifosi. La molla per far bene e risalire la china, insomma, c’è tutta. Allora non è un caso che l’Ascoli attacchi a testa bassa creando chanches per Bucchi, Aloe e Cioffi. Dall’altra parte, però, c’è un Rimini in buona forma che non vuole regalare nulla. Sono infatti i romagnoli a passare in vantaggio con Cipriani: bellissimo il suo pallonetto su suggerimento di Ricchiuti. La reazione bianconera è rabbiosa ma non produce il sospirato pareggio. Si arriva così al concitato finale. Soncin timbra la traversa all 84′, Vantaggiato sciupa clamorosamente un contropiede e all’89’ arriva il meritato pari. Cioffi risolve una mischia e fa sospirare di sollievo mister Chiarenza.