21/09/2017

Juve bestia nera di Spalletti. San Siro amaro per il Napoli dall’86

novembre 1, 2008 di  
Inserito in Serie A

ROMA – Milan-Napoli e Juventus-Roma sono i big match di giornata. L’Inter fa visita alla Reggina, mentre la Fiorentina va sul campo di un ostico Siena. A Udine l’arrivo del Genoa promette spettacolo, mentre al Marassi sfida tra le due deluse del campionato. Tutte le statistiche della 10/a giornata di Serie A.

ATALANTA-LECCE – Un Lecce ancora a secco di vittorie esterne in questo campionato arriva a Bergamo dove ne è uscito vittorioso una sola volta su 20 precedenti ufficiali: 4-3 nella serie A 1993/94. Per i salentini le statistiche sono impietose. I giallorossi, infatti, sono la formazione con il saldo negativo maggiore tra risultati dopo i primi 45′ e quelli finali: -5 nei secondi tempi. C’è da dire anche che la squadra di Beretta è quella contro cui è stato assegnato il maggior numero di calci di rigore a sfavore: sono 3, tutti realizzati. L’Atalanta, invece, è la squadra più corretta della serie A: l’ultimo cartellino rosso risale al 6 aprile scorso nella sconfitta interna per 0-2 subita contro l’Inter. Da allora sono trascorse le 6 giornate conclusive della stagione 2007/08, più i 9 turni del 2008/09, per un totale di 15 giornate senza espulsione subite.

CAGLIARI-BOLOGNA – Massimiliano Allegri e Daniele Arrigoni hanno in novembre il mese dell’anno solare in cui le loro squadre hanno il miglior rendimento, in termini di media-punti. Allegri ha una media di 1.84, Arrigoni, invece, ha una media di 1.77. Il Cagliari non si vede assegnare un rigore a favore dal 19 marzo scorso nella vittoria interna per 1-0 contro l’Atalanta (gol di Acquafresca). Da allora sono trascorse 18 giornate senza rigori a favore. Il Bologna è una delle due formazioni della serie A 2008/09 (l’altra è il Chievo) che ha sempre subito gol nelle 9 gare disputate finora in campionato, risale all’1 giugno scorso: vittoria interna per 1-0 contro il Pisa, in serie B.

JUVENTUS-ROMA – E’, insieme a Milan-Napoli, il match più atteso della giornata. Spalletti ha nella Juventus un vero e proprio tabù: 17 precedenti, una sola vittoria dell’attuale tecnico giallorosso (3-2 a Torino in coppa Italia, il 26 gennaio 2006), 3 pareggi e 13 successi della squadra bianconera. Da notare, inoltre, che in casa della Juventus le squadre di Spalletti hanno sempre subito almeno un gol a partita, per un totale di 19 reti incassate. Solo una volta nelle ultime 16 gare ufficiali, il 27 settembre scorso (0-0 con la Sampdoria) la Juve non ha segnato. Nelle altre 15 uscite i gol bianconeri sono stati 23. La Juventus è rimasta la sola squadra della serie A 2008/09 a non aver ancora avuto rigori, nè a favore, nè contro.

LAZIO-CATANIA – Nei 18 precedenti ufficiali a Roma, il Catania ha vinto solo una volta: 1-0, nella serie B 1981/82. La Lazio è la squadra che indovina di più i cambi: sono 3 i centri realizzati dai subentranti biancocelesti. A segnarli sono stati Foggia, Simone Inzaghi e Rocchi. Gli etnei non vincono in trasferta in serie A dal 29 aprile 2007 quando si impose per 1-0 sul campo dell’Udinese: da allora 10 pareggi e 15 sconfitte.

MILAN-NAPOLI – Il Napoli non vince a Milano contro il Milan dal 13 aprile 1986: 2-1 grazie alle reti di Giordano (12′) e Maradona (23′), con gol rossonero di Di Bartolomei (59′). Nei successivi 15 incontri ufficiali al Meazza, 8 successi milanisti e 7 pareggi. Il Milan è la squadra ad aver finora segnato col maggior numero di giocatori diversi: 8, Ambrosini, Borriello, Inzaghi, Kakà, Pato, Ronaldinho, Seedorf e Zambrotta. Il Napoli è la squadra che guadagna il maggior numero di punti tra primi e secondi tempi: il saldo attivo della squadra di Reja è di +9.

PALERMO-CHIEVO – Palermo imbattuto col Chievo al Barbera. Nei 6 precedenti, infatti, 2 successi rosanero (ultimo 3-1, nella serie B 1996/97) e 4 pareggi (ultimo 1-1, nella serie A 2006/07). Gli uomini di Ballardini non hanno subito gol solo in una delle ultime 13 gare ufficiali disputate: è accaduto lo scorso 28 settembre quando, in serie A, si è imposto per 1-0 in casa contro la Reggina. Nelle altre 12 gare prese in esame i rosanero hanno incassato complessivamente 21 gol. Il Chievo, accanto al Bologna, è una delle due formazioni che finora hanno sempre subito reti nelle prime 9 giornate: 13 le reti al passivo per i veneti. L’ultima gara terminata a porta inviolata è stata Chievo-Spezia 5-0, serie B, lo scorso 3 maggio.

REGGINA-INTER – L’Inter è una vera e propria bestia nera per la Reggina. L’unica vittoria degli amaranto sui nerazzurri costò la panchina a Marcello Lippi: fu 2-1 il 1° ottobre 2000. La Reggina segna consecutivamente in casa da 11 gare ufficiali, dove ha realizzato in totale 22 marcature. L’ultima gara a secco di reti risale al 2 marzo scorso, 0-0 con il Palermo in campionato. L’Inter non subisce gol in gare ufficiali da 394′, ovvero dal 56′ di Inter-Bologna 2-1 di campionato, 4 ottobre scorso. Mario Balotelli ha nella Reggina una delle due squadre, assieme alla Juventus, contro cui ha segnato il maggior numero di gol da professionista: sono 2, sugli 8 totali, i centri dell’attaccante nerazzurro contro i calabresi.

SAMPDORIA-TORINO – Sfida tra due deluse di questo inizio di stagione. Sampdoria e Torino sono 2 delle 6 formazioni della serie A 2008/09 ad aver finora subito il maggior numero di espulsioni: sono 3 per ciascuna.  La Sampdoria ha perso solo una delle ultime 21 gare casalinghe: lo scorso 4 maggio quando, in serie A, la Roma si impose per 3-0. Nelle altre 20 gare interne 11 vittorie e 9 pareggi.

SIENA-FIORENTINA – Derby da non sottovalutare quello del Franchi di Siena. I padroni di casa hanno perduto solo una delle ultime 13 gare casalinghe: lo scorso 20 aprile quando il Genoa si impose per 1-0. Nelle altre 12 gare interne, 7 successi e 5 pareggi. Cesare Prandelli, dal canto suo, in carriera carriera ha finora perduto 99 gare in campionati professionistici (84 in serie A e 15 in B). Il bilancio delle 348 panchine in campionati professionistici è completato da 151 successi e 98 pareggi.

UDINESE-GENOA – In attesa dello spettacolo promesso a Udine, un po’ di statistiche. Il tecnico dell’Udinese, Pasquale Marino, ha in novembre il mese di miglior rendimento delle sue squadre: media-punti per gara: 2.07, frutto di 16 vittorie, 8 pareggi e 3 sconfitte, in 27 panchine. Gian Piero Gasperini invece ha in novembre il mese dell’anno solare in cui le sue squadre hanno il peggior rendimento in termini di media-punti per gara: 0.84, frutto di 2 vittorie, 10 pareggi e 7 sconfitte, in 19 panchine.