25/09/2017

Pazza Liga: Barça e Real s’avvicinano al Valencia

ottobre 27, 2008 di  
Inserito in Liga

Simao protagonista n°1 del folle 4-4 del Madrigal
t.jones47/copyright flickr.com

MADRID– Pazza, avvicente Liga. Gol ed emozioni a grappoli, partite combattute e in bilico fino al 95′, ribaltoni clamorosi: ecco cosa sta regalando ai suoi appassionati il massimo campionato iberico. Logico allora che pure la lotta al vertice sia estremamente equilibrata. La capolista Valencia frena a Huelva, Barça e Real si fanno sotto a meno 1 e il Villarreal dà vita ad un folle 4-4 con l’Atletico. Contando anche il Siviglia caduto in casa col Malaga, le prime 5 della classe sono raccolte in 3 punti. Equilibrio imperat.

Folle pareggio– Non partiamo nè dalla capolista nè dalle inseguitrici, bensì dal match che meglio riassume l’avvicente inizio della Liga 2008-’09. Villarreal e Atletico Madrid, infatti, danno vita ad un 4-4 da antologia del calcio. I colchoneros, nonostante il periodo difficile e la 2° esclusione a sorpresa di Aguero, si portano addirittura sul 2-0 con un missile di Simao e il sigillo dell’ex di turno Forlan. Il Sottomarino giallo è sul punto d’affondare, ma ci pensa la formazione di Aguirre, suo malgrado, a farla riemergere. Banega si fa cacciare dal campo, Franco non trattiene una conclusione non irresistibile di Senna. E’ l’inizio della riscossa gialla: Llorente, Gonzalo e Rossi, con la complicità della difesa ospite, ribaltano la situazione dall’1-2 al 4-2 in un quarto d’ora. Sembra finita, ma uno scatenato Simao (4 centri in 7 giorni) riapre la contesa. E al 85′, tra lo stupore dei 22 in campo e del Madrigal, Raul Garcia trova il pari di testa ancora su assist del portoghese. Incredibile dictu.

Tripletta per Eto’o, Barça a valanga
thundershead/copyright flickr.com

Due modi diversi per avvicinare il ValenciaBarcellona e Real continuano la loro corsa a braccetto verso la vetta in modi totalmente diversi. I blaugrana a suon di gol e spettacolo, le merengues soffrendo e patendo oltre il dovuto in difesa. La formazione di Guardiola, infatti, ha infilato il 6° successo di fila contro il temibile Almeria dando vita all’ennesima goleada d’inizio stagione. Gli andalusi nulla hanno potuto contro la strapotere di Eto’o (tripletta, capocannoniere con Villa a 9 reti), del solito Messi, della coppia di centrocampo Xavi-Iniesta. Il match è durato appena 36 minuti, il tempo per calare un pokerissimo. Le merengues, invece, sudano le cosiddette sette camicie per piegare un volitivo e sfortunato Athletic Bilbao. Avanti 2-0, i madridisti si fanno rimontare prima del definitivo 3-2 di Higuain. I baschi sfiorano il pari nonostante l’inferiorità numerica, ma il risultato non cambierà più.

Sempre MaraVilla– Ancora, fortissimamente lui. La zampata di David Villa stavolta non vale i tre punti, ma è altrettanto importante. Il 9° centro del Guaje, infatti, mantiene il Valencia solo in vetta e firma la miglior partenza nella Liga nella storia del club.  L’undici di Emery, sebbene dominando, ha cozzato contro l’organizzazione difensiva del Recreativo e si è dovuto accontentare del pari.

Occasione persa– Il Siviglia cade in casa col Malaga nella giornata in cui avrebbe potuto agganciare la vetta. Il gol di Adrian, invece, stoppa la striscia record degli andalusi e certifica l’ottimo momento del Malaga, al 4° successo di fila. Negli altri incontri, continua il magic moment dello Sporting che sbanca d’autorità il Riazor. 3-0 secco e 3° vittoria di fila per il Gijon. Senza fine, invece, la crisi dell’Osasuna, sconfitto in casa anche dal Betis e desolatamente ultimo.

-clicca qui per vedere risultati Liga e classifica Liga