17/11/2017

Impresa Liverpool: Stamford Bridge cade dopo 4 anni e mezzo

ottobre 27, 2008 di  
Inserito in Premier League

Xabi Alonso firma lo storico blitz
rob olsen/copyright flickr.com

LONDRA– Quattro lunghissimi anni e mezzo. Tanto è durata l’imbattibilità casalinga del Chelsea, del suo Stamford Bridge diventato col tempo fortino inespugnabile. Ci è voluto il grande Liverpool di quest’inizio stagione, nella giornata più importante, per spezzare questo dominio. La vittoria dei Reds è quindi storica, e vale oltretutto il primato solitario. Tanti segnali in una volta sola che indicano come il titolo potrebbe tornare dopo 18 anni -un’infinità-in riva al Mersey.

Blitz storico– Torres, Drogba, Joe Cole, Ballack, Essien. Gli assenti della super sfida di Londra sono eccellenti, ma la posta in palio è altissima, ossia il primato. Benitez, però, fa tesoro delle difficoltà e vince la partita a scacchi col collega Scolari, sinora imbattuto sulla panchina Blues. Il tecnico spagnolo irrobustisce il centrocampo con l’innesto di Xabi Alonso e sposta qualche metro più avanti Gerrard a supporto del solo Keane. Destino vuole che sia proprio il mediano iberico al 10′ a siglare il gol vittoria grazie ad una fortuita deviazione di Bosingwa. E così i Reds possono impostare il loro gioco preferito fatto di difesa e ripartenze. Il Chelsea non riesce ad impensierire Reina, la striscia record di 86 partite s’infrange. La formazione di Benitez vince ed è ufficialmente in fuga.

E’ un Robinho da hat-trick
celso avila/copyright flickr.com

Strepitoso Hull, rinascono gli Spurs– Ormai non è una sorpresa, bensì una dolce realtà. L’Hull centra il 6° risultato utile consecutivo e aggancia i Blues al 2° posto. Il 3-0 con cui i Tigers s’impongono sul campo del West Bromwich è da grande squadra, che sa quando e come colpire. A segno Zayatte, Geovanni e King: chi fermerà le tigri? Bene anche l’Arsenal. I Gunners piegano il West Ham di Zola con una doppietta nel finale di Adebayor. Ma va detto, la formazione di Wenger ha dominato in lungo e in largo centrando soltanto negli ultimi minuti il bersaglio grosso. E mercoledì è tempo di derby col rinato Tottenham. La dipartita di Ramos e l’arrivo di Redknapp in panchina -strappato al Portsmouth- pare abbiano rivitalizzato gli Spurs che colgono il primo agognatissimo successo stagionale. Pavluychenko e Bent, i due profumati neoacquisti estivi, giustificano finalmente l’investimento stendendo il Bolton. Mercoledì vedremo se si tratta soltanto di un fuoco di paglia.

Super Robinho, United sprecone- Robinho da cineteca e il City va. La formazione di Hughes torna al successo dopo 3 turni grazie ad una prestazione eccezionale del talento carioca, autore di un hat-trick contro lo Stoke City. Frenano, invece, i cugini dello United, stoppati sull’1-1 da un Everton in crisi. I Red Devils non approfittano delle lacune avversarie e vedono allontanarsi la vetta a -8. La formazione di Ferguson viene così superata dall’Aston Villa che travolge il Wigan con un poker messo a segno da quattro diversi protagonisti. Quando si dice la forza del gruppo…

-clicca qui per vedere i risultati Premier League e la classifica Premier League