19/08/2017

Il Novara riaccende la lotta a nord. Gallipoli-Arezzo, pari spettacolo

ottobre 20, 2008 di  
Inserito in Cesena Calcio, Lega Pro

Era una domenica di grandi sfide in Lega Pro, e le attese non sono state deluse. Anzi. Si è riaccesa  la lotta nel girone A dove il Novara fa un favore a sè stesso e alla concorrenza obbligando al 2° stop consecutivo la lepre Pro Patria. A sud, bel pari nella super sfida Gallipoli-Arezzo che mantiene i toscani in vetta ma che consente alle inseguitrici, anche in questo caso, di ridurre il gap. Insomma, una giornata che ci ha restituito due campionati più avvicenti, affatto scontati.

forzanovara.net

Rubino sbanca Busto Arsizio all’ultimo respiro
forzanovara.net

GIRONE A– Colpaccio doppio. Il Novara passa a Busto Arsizio con tanto cinismo in coda ad una gara nervosa, bruttina, che la capolista avrebbe potuto far sua. Le espulsioni a fine prima frazione (2 per i locali, 1 per gli ospiti), scaturite per lo scontro Ludi-Mosciaro, hanno condizionato pesantemente il match. La formazione di Notaristefano, però, non ha approfittato della superiorità numerica rischiando addirittura il tracollo. Ma al 90′ bomber Rubino ha trovato la capocciata da 3 punti, quella che avvicina a -3 i piemontesi e condanna ingiustamente la Pro Patria.
Dietro alle prime due, ne approfitta e sale il Cesena. I bianconeri, finalmente convincenti, stendono la Pro Sesto infilando il 2° successo di fila. I romagnoli vanno a segno con tutto il tridente d’attacco (Motta, Chiavarini, Giaccherini) e salgono per la prima volta in zona play-off. Non si può dire altrettanto del Padova caduto a sorpresa a San Benedetto per effetto del gol di Cigan nel finale.
Finisce in parità, invece, il doppio scontro incrociato Emilia-Veneto. Reggiana e Spal, infatti, perdono una buona chanche per avvicinare la vetta facendosi frenare da Verona e Portosummaga. Segno X anche nelle partite LeccoRavenna e VeneziaLumezzane, dove i romagnoli si salvano al 90′ con Gerbino Polo e i seriani mantengono l’imbattibilità (unica compagine del girone) registrando un vero e proprio record di pareggi (ben 7).

manganofoggia.it

Salgado del Foggia, autore di un hat-trick
manganofoggia.it

GIRONE B– Si fa raggiungere due volte, vede avvicinarsi le inseguitrici ma ha tanti buoni motivi per sorridere. Non era facile per l’Arezzo, infatti, uscire imbattuto dal campo sintetico di Gallipoli e mantenere la vetta solitaria. Se a tutto ciò aggiungete la prova d’autorità sfoggiata e le ghiotte occasioni create per portare a casa l’intera posta in palio, concorderete con noi che mister Cari può ritenersi più che soddisfatto. Per la cronaca, Chianese e Baclet hanno segnato per gli amaranto, Vastola e Cangi hanno tenuto a galla la formazione di Giannini, la cui prestazione è stata degna della posizione di classifica occupata.
Salgono in massa Foggia, Crotone e Cavese. I satanelli, dopo aver steso il Gallipoli sette giorni fa, si sbarazzano del Sorrento con un hat trick di Salgado, un vero lusso per la categoria. Altrettanto si può dire di Espinal, la cui doppietta piega un Foligno rimasto in 10 ad un quarto d’ora dal termine: calabresi, dunque, che si confermano cinici e concreti. La continuità, invece, è la forza dei campani che, affondando nel derby la Juve Stabia, allungano a 5 la propria serie positiva. La sorpresa di giornata, invece, arriva da Pagani dove la formazione di casa, ancora imbattuta, batte il favorito Taranto.
Chiudiamo con il Perugia. Il campionato del club di Covarelli potrebbe esser cominciato ieri con la vittoria-blitz nel derby umbro del Liberati (decisivo Cutolo). Per un Grifone che festeggia dopo un avvio disatroso, a Terni c’è aria di crisi dopo la partenza illusoria.

classifica Lega Pro 1° divisione e e risultati Lega Pro 1° divisione