20/08/2017

Roma-Inter, ci risiamo

ottobre 18, 2008 di  
Inserito in Inter, Roma, Serie A

amenove7copyright flickr.com

Prima da ex all’Olimpico per Mancini
amenove/copyright flickr.com

ROMA– E’ la sfida tra le duellanti principe delle ultime stagioni,  tra chi si è conteso e spartito tutto sul suolo patrio, scudetti e coppe Italia. Domani sera si ritrovano faccia a faccia Roma e Inter, ma stavolta la storia è un pò diversa.

Meno fascino, eguale importanza– La sfida non avrà più il sapore, infatti, dell’ultimo Inter-Roma di campionato: allora, grazie al pari in extremis di Zanetti, i nerazzurri respinsero la rimonta giallorossa e misero le mani sul tricolore. Nè tantomeno ci sarà un trofeo in palio come a giugno e ad agosto, quando le due compagini si suddivisero coppa e Supercoppa. Stavolta c’è una squadra in difficoltà che deve assolutamente risalire la china, dall’altra una formazione che, sebbene sia in testa alla classifica, è ancora alla ricerca delle migliori alchimie. La partita dell’Olimpico di domani sera, dunque, non è accattivante come le recenti ‘recite’, ma è altrettanto importante.

cesval3/copyright flickr.com

Totti pronto al grande rientro
cesval3/copyright flickr.com

Difese da reinventare– La Roma è chiamata al riscatto dopo l’inaspettato ko di Siena, non può permettersi di lasciare scappare l’Inter a +9. Nerazzurri che, d’altro canto, non possono cullarsi sugli allori, dato che la vetta è condivisa dalla Lazio e la classifica è cortissima. E, soprattutto, devono farsi perdonare, agli occhi dei tifosi, la sconfitta nel derby. Spalletti e Mourinho, però, hanno dei bei grattacapi. Entrambi, infatti, devono far i conti con difese decimate, da reinventare. Il tecnico giallorosso farà a meno di Mexes e Panucci, Juan invece dovrebbe scendere in campo regolarmente dopo aver smaltito la botta presa in nazionale. L’allenatore portoghese è alle prese con la maledizione del centrale da inizio stagione: gli unici “sani” sono Cordoba e Chivu, poichè Burdisso non verrà rischiato dopo la violenta botta in testa presa in Argentina, mentre Samuel e Materazzi non sono ancora al 100%. Buone notizie, invece, dai reparti offensivi. Totti dovrebbe tornare il campo dopo il lungo stop, mentre il weekend internazionale ha consegnato ai due trainer punte carichissime come Vucinic, Balotelli e Adriano, tutti a segno con le rispettive selezioni: tra questi, però, solo il romanista è sicuro del posto. Infine, sarà una partita particolare per i due ex di turno, Chivu e Mancini. Il carioca è alla prima comparsa da avversario all’Olimpico, per lui sono previste salve di fischi. Roma-Inter, insomma, non deciderà -per ora- le sorti del campionato di serie A, ma spettacolo ed agonismo sono assicurati.