23/09/2017

La Vipera stritola i canarini: Ancona-Modena 3-1

ottobre 17, 2008 di  
Inserito in Serie B

anconacalcio.it

La Vipera colpisce 2 volte
anconacalcio.it

ANCONA– Il morso della Vipera annienta il Modena. Una doppietta di Mastronunzio e il sigillo di Turati regalano un preziosissimo e meritato successo all’Ancona. I dorici confermano il loro buon momento infilando la terza vittoria  di fila al Del Conero e volando nei quartieri medio-alti della classifica di serie B. Continuano, invece, le difficoltà di un Modena -al 6° ko in 9 giornate – impantanato più che mai in zona retrocessione.

Dorici devastanti sulle fasce– Monaco schiera un 4-3-1-2 offensivo con Guadalupi alle spalle del tandem Mastronunzio-Nassi, il “pericolante” Zoratto risponde con il 4-3-2-1 con Bruno unica punta. La partenza è a tinte biancorosse. I dorici, infatti, sfondano spesso sulle fasce, soprattutto con lo scatenato Rizzato sull’out sinistro. Non a caso al 9′ vanno vicinissimi al gol grazie ad un cross del terzino: Frezzolini salva sulla prima inzuccata di Mastronunzio, Comazzi ribadisce a botta sicura ma Cardone salva oltre la linea. L’episodio è chiaro, ma la terna non se ne avvede. Poco male, perchè 4 minuti dopo i locali passano comunque. La Vipera approfitta di uno scivolone di Artipoli per involarsi verso Frezzolini e “morderlo” a freddo con un bel pallonetto. Subito l’1-0, gli emiliani hanno una reazione d’orgoglio. Koffi e Biabiany iniziano finalmente a pungere e si fanno pericolosi con le loro accelerazioni. Il giovane ivoriano, però, pecca di freddezza al 26′ quando non sfrutta un’uscita a vuoto di Da Costa. Nel momento migliore degli emiliani, come spesso accade nel calcio, raddoppiano i dorici. Nassi inventa un gran colpo di tacco per la scivolata ‘sporca’ di Turati, al primo gol in maglia biancorossa . Il Modena accusa il colpo e rischia il tracollo al 36′: il solito Rizzato scodella per Nassi, la cui inzuccata si stampa sulla traversa. Il dominio locale pare ormai assodato, ma le impressioni vengono ancora una volta tradite. A fine primo tempo, infatti, nel momento più inaspettato, i gialloblù tornano in partita. Bruno imbecca Biabiany che salta l’estremo anconetano e appoggia in rete.

Il morso della Vipera– Nella ripresa i canarini cercano il pari, lasciando ampi spazi alle ripartenze doriche. Il match si mantiene equilibrato e interessante: Bruno si vede annullare un gol e negarne un altro da un bel colpo di reni di Da Costa, Mastronunzio viene fermato in off-side inesistente mentre s’invola verso la porta avversaria e Nassi sciupa un bel cross -l’ennesimo- di Rizzato. Zoratto tenta il tutto per tutto con gli ingressi di Catellani e Fantini, passando al 4-3-3. Al 75′, però, cala il sipario sulle speranze ospiti: Troiano, già ammonito, becca giustamente il secondo giallo. E così l’Ancona, ancora con Mastronunzio – davvero pregevole il suo stop e diagonale- può firmare il 3-1 e archiviare la pratica. La Vipera, dopo esser stata grande protagonista della promozione dalla C, si conferma artefice numero uno delle fortune doriche anche quest’anno: il 6° centro stagionale vale i 3 punti nonchè la vetta dei cannonieri in coabitazione con Lucarelli. E con un bomber così, i tifosi del Del Conero possono legittimamente fare festa e, perchè no, sognare in questa serie cadetta sempre più caratterizzata dalle sorprese.