19/11/2017

Argentina, Basile si dimette

ottobre 17, 2008 di  
Inserito in Calcio Estero, Mondiali 2010

AFP PHOTO-A.Pagni/copyright flickr.com

Basile non è più ct dell’Argentina
AFP PHOTO-A.Pagni/copyright flickr.com

BUENOS AIRES– Dimissioni irrevocabili. Sono quelle presentate da Alfio Basile che, da ieri notte, non è più il ct dell’Argentina. Il tecnico ha rinunciato all’incarico per motivi personali e il presidente della federazione Julio Grondona ha dovuto, suo malgrado, accettare.

Caccia al successore– La prima storica sconfitta con il Cile, dolorosa più per la batosta tecnico-tattica subita che per il risultato in sè, e le conseguenti feroci critiche piovutegli addosso sono le cause principi di questa decisione. Grondona si è detto rammaricato per le dimissioni di Basile, in quanto questa è appena la seconda volta in cui un commissario tecnico della Seleccion non arriva in fondo al suo mandato. Di fronte alle ragioni personali addotte dall’allenatore, però, ha dovuto giocoforza prendere atto. Ed ora in Argentina è già toto-ct. I nomi circolanti sono tanti, d’indubbio fascino, ed evocano dolci ricordi anche per molti tifosi italiani. Si parla in primis della ‘promozione’ di Sergio Batista, il fautore dell’oro olimpico, a cui verrebbe affiancato l’idolo storico del calcio argentino, Diego Armando Maradona. Subito dietro un’altra coppia di ex nazionali, Gabriel Batistuta e Nestor Sensini, quest’ultimo dimessosi da poco dalla guida dell’Estudiantes. Chiudono la lista Diego Simeone (l’ennesima vecchia conoscenza del nostro calcio), attuale trainer del River, e il mister della capolista San Lorenzo Miguel Angel Russo.