18/12/2017

Italia, pari senza emozioni in Bulgaria

ottobre 12, 2008 di  
Inserito in Italia, Mondiali 2010

galeria futbolera/copyright flickr.com
Amelia non ha fatto rimpiangere Buffon
galeria futbolera/copyright flickr.com

SOFIA (BULGARIA) – Lo 0-0 finale, tutto sommato, non lascia l’amaro in bocca. La trasferta di Sofia era tra le tappe più difficili dell’Italia di Lippi nel cammino che porta direttamente in Sud Africa e uscirne indenni è già un passo in avanti. Certo il gioco ne ha risentito, ma il carattere mostrato dalla squadra è un buon inizio in prospettiva futura.

La gara contro la Bulgaria rappresentava per gli azzurri un banco di prova importante dopo la deludente prestazione di Cipro e la modesta vittoria contro la Georgia. Alla fine ne è uscito un match innocuo, dove le due compagini hanno preferito annullarsi piuttosto che farsi male.
C’è chi vedrebbe in questo pareggio un passo indietro, in realtà è un grosso passo in avanti. Primo, perché gli azzurri hanno dimostrato di avere ancora il carattere e la grinta dell’estate 2006; secondo, perché la formazione schierata da Lippi a Sofia era in parte inedita. Ottima la prova del giovane Pepe chiamato a sostituire l’infortunato Camoranesi. Bravo anche Amelia a dar fiducia al reparto e a non far rimpiangere Buffon.

Termina in parità anche la gara della tattica tra i due commissari tecnici. Lippi stringe nella morsa Chiellini-Cannavaro il temutissimo Berbatov, mentre il il Ct bulgaro Markos costruisce una ragnatela impenetrabile che blocca il gioco azzurro soprattutto al centro dove De Rossi e Montolivo sono spesso costretti a lanciare lungo. Nemmeno il contributo sulla fascia di un generosissimo Dossena serve a molto, visto che Gilardino è puntualmente sovrastato dai difensori avversari. Ciò che ne consegue è un primo tempo statico, privo di emozioni che si chiude con un inevitabile 0-0.

Nella ripresa il copione è sempre lo stesso. Per poter vedere il primo tiro in porta di tutta la partita bisogna aspettare la mezzora quando Gilardino, pressato da Ivanov, sbaglia clamorosamente davanti al portiere. Pochi minuti dopo è De Rossi a riscaldare il pubblico sugli spalti con un tiro violento dal limite che sfiora la traversa. Il centrocampista giallorosso ci riprova poco prima del 90′ su punizione ma la palla va vicinissima la palo senza, però, entrare in rete. L’unico tiro nello specchio dei padroni di casa è dell’attivissimo Jankov che ci prova da oltre 30 metri ma Amelia è bravo a bloccare in due tempi. Sono queste le uniche emozioni nella notte fredda di Sofia.

BULGARIA-ITALIA 0-0
BULGARIA (4-4-1-1): Ivankov; Milanov, Iliev, Tunchev, Wagner (dal 36’ s.t. Ivanov); S. Petrov; Dimitrov, Georgiev, Yankov, M. Petrov (dal 45’ s.t. Popov); Berbatov. (Petkov, Kotev, Manolev, Lazarov, Gargorov). All. Markov.
ITALIA (4-3-3): Amelia; Zambrotta, Cannavaro, Chiellini, Dossena; Gattuso, De Rossi, Montolivo (dal 23’ s.t. Perrotta); Pepe, Gilardino (dal 28’ s.t. Toni), Di Natale (dal 23’ s.t. Rossi). (De Sanctis, Gamberini, Bonera, Aquilani). All. Lippi.
ARBITRO: Lannoy (Fra)
NOTE: spettatori 46.000 circa. Espulsi, ammoniti Chiellini, De Rossi, Toni. Recupero 2’ p.t.; 3’ s.t.