19/11/2017

Il Gremio si riprende la vetta

ducker.com.br/copyright flickr.com

La torcida gremista festeggia il primato ritrovato
ducker.com.br/copyright flickr.com

BRASILIA– Il Tricolor Gaucho si riprende il maltolto. E’ durato solo 2 giornate, infatti, l’interregno in vetta con il Palmeiras, bloccato sullo 0-0 dal Figueirense nella prima ‘tranche’ di incontri del 29° turno formato “spezzatino”. Il Gremio, quindi, lancia un chiaro messaggio alla concorrenza: non siamo bolliti, i favoriti siamo ancora noi. Dietro alla capolista e alla sua più immediata inseguitrice, tengono il passo Cruzeiro e San Paolo in attesa del Flamengo -unica compagine delle 5 di testa a non essere ancora scesa in campo- impegnato domani con l’Atletico Mineiro.

Festa gremista– La crisi è ufficialmente alle spalle. Così come è tornato ad esserlo il rivale numero uno, il Verdao. La convincente vittoria con il Santos, avversario tutt’altro che abbordabile, vale dunque doppio. La sfida è partita nel migliore dei modi con il gol a freddo, il primo stagionale, del gigante Richard Morales. Passata in vantaggio, la formazione di Roth, da grande squadra che si rispetti, ha atteso e ben rimpallato la reazione del Peixe- imbavagliando il pericolo numero uno, quel Kleber Pereira capocannoniere- , sebbene rischiando qualcosa di troppo. Nel finale, però, è arrivato il raddoppio di Soares, una vera e propria liberazione. Apprese le buone notizie derivanti da Florianopolis, sugli spalti dell’Olimpico è iniziata la festa.

Frenata– Uno stop imprevisto. La formazione di Luxemburgo frena all’Orlando Scarpelli di Florianapolis e perde la vetta. Merito di un Figueirense inizialmente spavaldo che ha giocato alla pari, almeno per un’ora, con la ex capolista. Certo, se il gol di Kleber ad inizio partita non fosse stato -ingiustamente- annullato, probabilmente saremo qui a commentare un altro risultato. Fatto sta che l’undici di Mario Sergio ha ben figurato e nel finale ha retto l’onda d’urto del Verdao. Onda d’urto che, però, non ha rotto gli argini. Il Palmeiras perde quindi due punti dal Gremio e vede avvicinarsi pericolosamente Cruzeiro e San Paolo.  E domenica 19 è tempo di ‘clasico’, proprio contro i paulisti. Perdere punti a questo punto del torneo potrebbe risultare fatale.

dario-rodrigues-dr/copyright flickr.com

Hernanes conserva le speranze pauliste
dario-rodrigues-dr/copyright flickr.com

Speranze intatte– Uguali nel contenuto, ma non nella forma. L’identico 1-0 con cui le due inseguitrici piegano Ipatinga e Nautico hanno nature profondamente diverse. Abbastanza agevole il compito della Raposa contro una formazione dagli evidenti limiti, soprattutto in fase difensiva. Non a caso Ramires, l’uomo vittoria, ha colpito grazie ad una topica della retroguardia avversaria. Ben più sofferto il successo dei paulisti. Il Nautico si è confermato squadra ostica, difficile da affrontare. Solo un tiro deviato di Hernanes ha ‘salvato’ la formazione di casa da un pareggio che pareva inevitabile. Le speranze d’inseguire il sogno scudetto sono intatte, ma il big match del Palestra, come sovracitato, diventa un vero e proprio crocevia.