20/08/2017

Sorteggio Uefa: ok Milan, dura per la Samp. Udinese, ce la puoi fare

ottobre 7, 2008 di  
Inserito in Europa League, Milan, Sampdoria, Udinese

Sorteggiati i gironi di coppa Uefa

Sorteggiati i gironi Uefa

NYON– Sorrisi e grattacapi dall’urna svizzera. E’ un sorteggio Uefa a tre facce quello andato in scena a Nyon: abbordabile quello del Milan, difficile ma fattibile quello dell’Udinese, ostico e sfavorevole quello della Samp. D’altronde, difficile aspettarsi qualcosa di diverso. I rossoneri partivano in prima fascia, friulani e doriani dalla terza. E questa edizione di Uefa è imbottita di ottime compagini. E’ andata peggio alla Mazzarri band che troverà sulla sua strada 4 avversari di tutto rispetto.

MilanHeerenveen, Braga, Portsmouth e Wolfsburg: saranno queste le avversarie del Milan. Un sorteggio benevole, dicevamo. Olandesi (occhio a Pranjic) e portoghesi (partiti malino in Superliga) non sono certamente ostacoli insormontabili, gli inglesi sono temibili in avanti con la coppia ‘autoctona’ DefoeCrouch ma dietro sono morbidi come il burro: i 13 gol incassati in 7 turni di Premier parlano da sè. In poche parole, una manna per le punte rossonere. La rivale più accreditata, allora, sembra il Wolfsburg dei nostri Barzagli e Zaccardo, che dispone di un buon organico ma in campionato non sta facendo sfracelli. Il passaggio del turno è d’obbligo.

Udinese– Anche l’Udinese, sebbene il girone sia un pò più complicato, ha tutte le carte in regola per accedere alla fase ad eliminazione diretta. ll Nec non ha la statura tecnica per fare paura, lo Spartak Mosca veleggia a metà classifica in Russia -preoccupa di più il gelo moscovita di novembre che la forza della squadra- , più dura contro i croati della Dinamo Zagabria, anche se in trasferta fanno meno paura che in casa. E la testa di serie del girone è quel Tottenham in crisi nerissima. Certo, gli inglesi rimangono i più temibili per organico e blasone. Ma la bella Udinese ammirata sinora e capace di eliminare il Borussia, può e deve crederci, ne ha tutte le possibilità.

Sampdoria– La Samp, invece, sarà chiamata ad una mezza impresa. Il valore internazionale del Siviglia, doppio campione Uefa, lo conosciamo tutti, così come quello dello Stoccarda, attualmente secondo in Bundesliga, squadra compatta e coriacea. Meno conosciuti ma altrettanto temibili i campioni belgi dello Standard Liegi. La formazione allenata dalla vecchia gloria Preud’homme ha fatto tremare il Liverpool nel preliminare Champions, arrivando ad un soffio dalla clamorosa qualificazione, e ha fatto fuori nel 1° turno un’altra inglese, l’Everton. Chiude il gruppo il Partizan Belgrado, avversario da prendere con le molle soprattutto se affrontato nella sua tana (e così sarà…). Cassano e soci, insomma, dovranno dare il meglio di sè stessi per centrare una qualificazione difficile.

Gli altri gironi– Il più affascinante è sicuramente l’A, dove si scontreranno Schalke, Psg e Manchester City,  oltre a Racing Santander e Twente. Complicatissimo anche il B, con la cenerentola Metalist squadra materasso in mezzo alle big Benfica, Olympiacos, Galatasaray e Hertha Berlino. Infine, buon sorteggio per il Valencia capolista di Liga: sul suo cammino troverà le tutt’altro che irresistibili Bruges, Rosenborg, Copenhagen e Saint-Etienne.

-clicca qui per vedere calendario coppa Uefa