23/05/2017

Seconda giornata: volano Real, Arsenal e Manchester United

ottobre 1, 2008 di  
Inserito in Champions League

ap photo/copyright flickr.com

Primi gol da Red Devil per Berbatov
ap photo/copyright flickr.com

Real cinico e fortunato. Grande dimostrazione di concretezza del Real Madrid a S.Pietroburgo. In una trasferta difficile e che molti pronosticavano infruttosa per i ragazzi di Schuster, gli “ex” Galacticos si impongono invece per 1-2, contro i detentori della Coppa Uefa. Il Real parte subito bene a al 4′ si porta avanti grazie all’autorete di Hubican e crea diverse occasioni per il raddoppio, esaltando i riflessi di Malafeev. Lo Zenit però si sveglia e trova il pari con il sempre più lanciato Danny. I russi si fanno più intraprendenti, ma è nuovamente il Real a passare, con il solito Ruud Van Nistelrooy al 31′. Nella ripresa lo Zenit spinge sull’acceleratore alla ricerca del pari, ma si scontra con un strepitoso Casillas, autore di almeno 3 parate decisive. Quando l’estremo difensore delle Merengues non ci arriva, è il palo a negare la segnatura ai padroni di casa: Arshavin, tornato sui livelli di Euro 2008, colpisce il legno al 34′.

Il Bayern si salva. Pari casalingo per il Bayern Monaco contro il Lione. I bavaresi, come dimostrano anche i recenti risultati in Bundesliga, sono in calo di forma e devono soffrire non poco contro un volenteroso Lione, che passa in vantaggio grazie alla deviazione nella propria rete di Demichelis, su staffilata dello specialista Juninho. Il Lione sciupa molte occasioni per chiudere la partita, così i tedeschi trovano il pari ad inizio ripresa, grazie al provvidenziale Zé Roberto. Toni e compagni soffrono fino alla fine gli attacchi dei transalpini, ma tengono botta e conquistano il punto. Il Bayern non esce dalla crisi, ma rimane in testa al girone.

ap photo/copyright flickr.com

Van Persie partecipa allo show dei Gunners
ap photo/copyright flickr.com

Gruppo E. I Red Devils scoprono Dimitar Berbatov. In Danimarca, è quasi un allenamento per lo United, che già nel primo tempo è in vantaggio grazie alla rete di Wayne Rooney. L’Aalborg non fa paura e così nella ripresa arriva la doppietta del bulgaro, a sancire con il risultato una netta supremazia. Gli inglesi si trovano in testa con il Villareal, che batte di misura un tenace Celtic, grazie alla punizione di Marcos Senna.

Gruppo G. E’ Arsenal show contro il Porto. I Dragoes forse erano l’insidia maggiore per i Gunners nel girone e con questa rotonda vittoria per 4-0, dà un segnale forte alle avversarie. Doppiette per Van Persie ed Adebayor, che si scambiano favori, dimostrando un’intesa ancor più affinata rispetto alla scorsa stagione. In cabina di regia, Fabregas fa ciò che vuole contro i portoghesi piuttosto in ombra. Nell’altra sfida di giornata, in mostra la difesa della Dinamo Kiev, che riesce ad annullare l’assedio del Fenerbahce di Aragones in Turchia, chiudendo la gara sullo 0-0.