18/08/2017

Fiorentina, un pari che non fa male

ottobre 1, 2008 di  
Inserito in Champions League, Fiorentina

Calciocatania.com/copyright flickr.com

Prandelli mastica amaro per il 2° pari europeo
calciocatania.com/copyright flickr.com

FIRENZE – La Fiorentina infila il secondo pareggio consecutivo in Champions non andando oltre lo 0-0 contro la Steaua Bucarest.
C’è chi tra gli spalti dell’Artemio Franchi parla di maledizioni, di sfortuna, di avversità. Fatto sta che quando al momento dell’inno della Champions, questo non risuona per un problema tecnico, si capisce subito che quella di Firenze non sarà di certo una notte indimenticabile.
Alla fine dei 90′, però, il pari con i rumeni non rischia di compromettere anzitempo il discorso qualificazione, perché dall’altra parte dell’Europa, più precisamente a Monaco di Baviera, il Bayern e il Lione chiudono con un pareggio, lasciando i viola al secondo posto del girone.

DIGA INVALICABILE – Gli uomini di Prandelli provano a imporre subito il proprio gioco ma ben presto devono fare i conti con uno scatenato Semedo, bravo a tener in apprensione mezza difesa viola, e con Radoi e Lovin, insuperabili a centrocampo. L’alternativa, a questo punto, sono i lanci lunghi ma Goian e Ghionea giganteggiano in difesa e occasioni degne di nota non si vedono neanche a pagarle.

DA MUTU A FREY – Nella ripresa Prandelli corre subito ai ripari giocandosi la carta Zauri che per almeno mezzora riesce a limitare il raggio d’azione dell’indiavolato Semedo. Le ripartenze viola, però, sono sempre lente e prevedibili. Capita, così, che la prima vera occasione dei padroni di casa arrivi da calcio piazzato: è il 66′ quando Mutu colpisce il palo esterno della porta difesa da Zapata. Dieci minuti dopo è sempre il rumeno a far sussultare i 30mila del Franchi con un colpo di testa che si stampa sull’esterno della rete. Niente da fare per la Fiorentina che nel finale rischia addirittura di andare sotto quando prima Semedo (78′), poi Szekely (79′) chiamano Frey al doppio miracolo. Finisce a reti inviolate e, risultato di Monaco alla mano, alla Fiorentina può andar bene anche così.

FIORENTINA-STEAUA 0-0
FIORENTINA (4-3-3):
Frey; Jorgensen (1’st Zauri), Gamberini , Dainelli, Vargas; Montolivo (36’st Pazzini), Felipe Melo, Almiron (29’st Kuzmanovic); Santana, Mutu, Gilardino. (Storari, Kroldrup, Donadel, Osvaldo). All.: Prandelli.
STEAUA BUCAREST (4-4-1-1): Zapata; Ogararu, Goian, Ghionea, Marin; Nicolita, Radoi, Lovin, Semedo (48’st Kapetanos); Moreno (43’st Tiago Gomes); Stancu (32’st Szekely). (Cernea, Baciu, Golanski, Toja. All.: Lacatus.
ARBITRO: Riley (Inghilterra).
NOTE: .spettatori 26 mila circa. Ammoniti Marin e Stancu. Angoli: 4-1 per la Fiorentina. Recupero: 1′; 5′.

-clicca qui per vedere i risultati champions league