23/10/2017

Castillo affonda il Boca, pari show nel ‘clasico’

Il matador del Boca,J.Castillo
Il matador del Boca
Jairo Castillo

BUENOS AIRES– Bim, bum, bam. Jairo Castillo, bomber ‘globetrotter’ finito al Godoy Cruz de Mendoza, batte tre colpi e dà l’ennesimo dispiacere stagionale al Boca. Dispiacere che diviene figuraccia se pensiamo al fatto che la porta xeneize viene infilata ben quattro volte. Pari spettacolo nel ‘clasico’ tra River e Racing, torna a sorridere l’Estudiantes con il neotecnico Astrada. Davanti a tutti, il San Lorenzo tenta la fuga, solo il Tigre tiene il passo col solito Morel.

Super Castillo– Quello che sembrava un pomeriggio tranquillo si è trasformato in uno da incubo. Il gol di Gracian, infatti, sembrava spianare la strada del successo al Boca in quel di Mendoza, ma un certo Castillo ha rovinato i piani xeneize. Il colombiano giramondo usa la testa e i piedi infilando una tripletta storica. E’ decisamente lui il protagonista assoluto di giornata, mentre l’undici di Ischia si lecca le ferite per una scoppola imprevista e vede la vetta allontanarsi a 5 lunghezze.

Prove di fuga– Vetta detenuta solidamente detenuta dal San Lorenzo. La capolista ha dato un’altra prova di solidità e gioco collettivo contro il temibile Arsenal de Sarandì. Sono bastati 14 minuti agli uomini di Russo per aver la meglio degli avversari e controllare agevolmente il vantaggio per il resto del match. A segno i soliti Silvera e Barrientos, la porta di Orion rimane ancora una volta inviolata: sono solo i 4 i gol subiti, infatti, in questo esaltante avvio di stagione. La miglior difesa del torneo è l’arma che sinora fa la differenza.

Morel guida l’inseguimento– Alle spalle del leader, tiene il passo solo il Tigre. Il 6° centro stagionale del solito Morel, vicecapocannoniere dell’Apertura, è sufficiente a piegare il Gimnasia de Jujuy e restare a -2. Il Velez, invece, inciampa nel derby con il Banfield. La formazione di Tocalli viene raggiunta nel finale di una partita combattuta dal colpo di testa di Barrales.

Show nel clasico– Come segnare 5 gol e non vincere. Potrebbe essere il titolo di un libro scritto da Simeone e dal suo River. I millionarios, infatti, vanno a segno tre volte ma in due occasioni spediscono la sfera nella propria porta: il risultato è un 3-3 utile più per lo spettacolo che per una classifica ancora deficitaria. Con il Racing, dunque, è stato un botta e risposta continuo, e alla fine il pari è il risultato più giusto.

Astrada, debutto ok– Il cambio in panchina porta bene all’Estudiantes che torna alla vittoria dopo 3 turni. E lo fa nella giornata più importante, nel super derby di La Plata. Boselli torna a segnare, Veron ad ispirare, e così il Gimnasia deve arrendersi per la 5° volta consecutiva. Non poteva esserci debutto migliore, quindi, per Leonardo Astrada. Sorridono anche Newell’s Old Boys e Lanus, entrambe vittoriose in trasferta: a cedere il passo sono Argentinos Juniors (letteralmente travolto) e Independiente (castigato dal capocannoniere Sand, 8 centri per lui).

-clicca qui per vedere risultati apertura e classifica apertura