23/11/2017

Milan-Inter e l’insolito derby di settembre

settembre 27, 2008 di  
Inserito in Inter, Milan, Serie A

Siamo a settembre ma è già tempo di derby, e che derby. Milan-Inter non è mai una sfida qualsiasi, anche quando in palio non c’è altro che il prestigio, oltre ai 3 punti che dopo 5 giornate  di serie A non saranno comunque decisivi. Domani sera scendono in campo due squadre che attraversano momenti diversi.

training5/copyright flickr.com

Ancelotti vs…
training5/copyright flickr.com

Milan– I rossoneri arrivano da 2 vittorie consecutive dopo aver perso incredibilmente le prime 2 gare con Bologna e Genoa. La forma fisica non è ancora delle migliori, anche se progressi visibili ce ne sono stati. Una squadra decimata da infortuni: Nesta, Senderos, Pirlo, Inzaghi, e per ultimo Borriello, problema muscolare per l’attaccante riscontrato durante il turno infrasettimanale a Reggio Calabria. Una squadra che deve ancora crescere non tanto sotto il profilo del gioco quanto nell’organizzazione della manovra stessa. I problemi maggiori si riscontrano nella retroguardia, che risente da matti la mancanza di uno come Nesta. In attesa che si riprenda gente come Shevchenko e Ronaldinho, l’attacco può contare su uno come Pato: 3 gare ufficiali, 3 gol. Una media da paura.

arlindo camacho/copyright flickr.com

…Mourinho
arlindo camacho/copyright flickr.com

Nerazzurri– L’Inter sa di non essere bella, e lo sa anche Mourinho. Ma è consapevole di essere cinica, di avere ottime coperture e rincalzi in tutti i reparti. Con un Ibrahimovic, poi, ormai confermatosi insostituibile e determinante, se mai ne avesse avuto bisogno di conferme il popolo interista. Mou sino ad ora ha raccimolato quello che voleva, ma sa che il lavoro è ancora lungo. Far convivere tutta quella forza in attacco non sarà impresa facile. E per il derby ha solo l’imbarazzo della scelta: Adriano, Cruz, Balotelli. Chi affiancherà Ibra non si sa ancora.

San Siro dunque è pronto per ospitare il derby numero 268: 104 vittorie per i rossoneri, 91 per i nerazzurri. Domani si saprà se l’Inter allungherà in vetta o se il Milan si porterà solo ad un punto. Un pareggio è l’ultimo dei risultati che ci si aspetta.