19/08/2017

Pro Patria in fuga, trio in testa nel girone B

settembre 22, 2008 di  
Inserito in Lega Pro

gbraschi/copyright flickr.com

Arezzo festeggia il primato
gbraschi/copyright flickr.com

Una mini fuga da una parte, un trio a braccetto dall’altra. I gironi di 1° divisione raccontano per ora due storie totalmente diverse. Nel girone A c’è il tentativo di fuga della Pro Patria lanciata dal talentuoso Correa. Nel girone B l’Arezzo acciuffa Gallipoli e Ternana andando a formare un interessante trio di testa. Ma attenzione, le big si stanno svegliando. Benevento e Taranto a fatica, Cremonese e Padova d’impeto. E’ presto per trarre considerazioni, ma la lotta si preannuncia accesa sia a nord che a sud.

Girone A– Il primato della formazione di Lerda potrebbe non essere un fuoco di paglia. La 4° vittoria su 4 nel tiratissimo derby col Legnano è l’ennesima conferma della bontà dell’organico biancoblù. Conferma dell’ottimo lavoro di un tecnico spregiudicato che non ha remore nello schierare tre trequartisti in trasferta e nel sostituire, sullo 0-0, un mediano (Zappacosta) per il più offensivo Cammarata. Scelta ripagata dal guizzo di Correa all’80’, vero e proprio uomo a tutto campo. Il vantaggio sulla seconda è di 4 lunghezze in attesa del recupero di mercoledì della Cremonese.
Eh sì, perchè dietro al Novara secondo, fermato sullo 0-0 a Lecco, ci sono i grigiorossi. I lombardi hanno fatto la voce grossa nel big match di turno contro un’altra nobile decaduta, il Verona. Dopo 45′ di pura sofferenza, un gioiello di Pesaresi su punizione spiana la strada del successo. Bomber Guidetti fa il resto (doppietta), mentre l’Hellas può solo prendersela con sè stessa per le troppe occasioni fallite sullo 0-0.
Big rinate, dicevamo. A tal proposito, esce dal tunnel della crisi il Padova (super Rabito, capocannoniere a quota 5) che rifila un bel tris alla Pro Sesto.  Bene anche le emiliane: debutto vittorioso al Giglio per la Reggiana contro il Venezia, blitz ravennate per la Spal trascinata da un grande Arma. Due successi pesantissimi.

Girone B– L’Arezzo espugna in rimonta Potenza e si issa in testa. Il successo in terra lucana vale doppio perchè arpionato al 94′ e perchè giunto dopo esser stati sotto di due gol. Grinta, tenacia e solidità, dunque, non mancano alla formazione di Cari. Così come un grande Bondi, dai cui piedi nasce la riscossa toscana.
Ternana sciupona. Avanti di due gol (4° centro per il bomber di scorta Scappini) si fa raggiungere nel finale da un indomito Sorrento. Agnelli, spostato a destra nella ripresa, si rivela arma letale nonchè rebus irrisolvibile per la difesa umbra. Logico sia lui l’autore del 2-2 finale. Giusto pari per l’altra capolista Gallipoli, stoppata sullo 0-0 dalla Juve Stabia.
1-0, invece, è il risultato che premia le big Benevento e Taranto. I pugliesi segnano in apertura col gioiellino Caturano, i campani piegano all’ultimo respiro la Paganese. Male il Foggia, caduto a Foligno, e il Crotone,  sgambettato da una Cavese agguerrita. Ma il flop più clamoroso rimane il Perugia. Gli umbri perdono anche la sfida tra deluse con il Pescara: Galderisi può respirare, Pagliari è ad un passo dall’esonero.

-clicca qui per vedere classifica Lega Pro e risultati Lega Pro