20/11/2017

Inter e Juve in vetta. Ok Roma e Fiorentina. Pari tra Udinese e Napoli

settembre 21, 2008 di  
Inserito in Calcio news, Serie A

g.mazza/copyright flickr.com

Maicon, gran gol al Toro
G.Mazza/copyright flickr.com

ROMA – In attesa che si giochi il posticipo tra Milan e Lazio la classifica inizia a prendere forma. In testa, appaiate a quota 7, ci sono Juventus e Inter. Respirano Palermo, Fiorentina e Roma grazie alle vittorie casalinghe. Si inceppano, invece, Genoa, Bologna e Atalanta. Pari con emozioni in Samp-Chievo e Udinese-Napoli. Segno X anche nella sfida di Lecce tra i padroni di casa e il Siena.

CATANIA – ATALANTA 1-0
La capolista cade a Catania e perde il primato. Al Massimino finisce 1-0 per i padroni di casa che vincono grazie al gol dell’ex Paolucci: palla in area a sinistra per l’attaccane rossazzurro che penetra e calcia un rasoterra sinistro sul primo palo non irresistibile. Coppola è in ritardo e subisce il primo gol in campionato. Inutile l’assalto finale degli orobici. Etnei che agganciano i nerazzurri a 6 punti.
ROMA – REGGINA 3-0
Si risveglia la Roma. Il 3-0 alla Reggina serve per dimenticare la batosta casalinga di Champions e per dare morale alla squadra. Capitolini in vantaggio sul finale di primo tempo con Panucci che appoggia in rete il più facile dei gol. Nella ripresa al 6′ Aquilani raddoppia con un sinistro violentissimo che si infila nel sette alla destra i Campagnolo. Nel recupero il tris di Perrotta lesto ad approfittare di una ribattuta corta del numero uno amaranto su punizione di Totti.

copyright flickr.com

La zampata di Amauri dà il primato alla Juve
copyright flickr.com

CAGLIARI – JUVENTUS 0-1
La Juventus non si ferma. Nemmeno quando in infermeria ci sono più titolari che in campo e di fronte c’è un Cagliari letteralmente agguerrito. La rete che vale i tre punti la segna Amauri (40′ pt) che sfrutta un cross di Marchisio deviato leggermente da Iaquinta. Alla fine del primo tempo Buffon si fa male all’interno coscia e rimane negli spogliatoi. In settimana si saprà di più. In pieno recupero Manninger è costretto a fare i miracoli su un tiro potentissimo di Matri.
FIORENTINA – BOLOGNA 1-0
Gilardino è rinato. E’ sempre lui l’uomo-gol della Fiorentina anche se in questo caso un grande grazie va alla scellerata uscita di Antonioli che spalanca la porta all’ex rossonero, bravo a finalizzare di testa un cross di Santana. Ai viola, quindi, vanno i primi 3 punti del proprio torneo. Al Bologna, invece, va l’ennesimo rimprovero per i tanti errori difensivi che costano la seconda sconfitta di fila.

LECCE – SIENA 1-1
Rimane “tabù” il Via del Mare per il Siena che a Lecce non ha mai vinto. Toscani in vantaggio nel primo tempo con Ficagna che approfitta di una disattenzione difensiva e a due passi dalla porta leccese infila Benussi. Nella ripresa i salentini provano a reagire e, dopo aver rischiato di subire il raddoppio, pareggiano con un colpo di testa su punizione di Caserta.

PALERMO – GENOA 2-1
La cura “Ballardini” sembra far ben ai siciliani. Con l’ex tecnico del Cagliari, i rosanero hanno segnato sul proprio ruolino di marcia due vittorie in due partite. Questa volta la vittima è un Genoa irriconoscibile e alla seconda sconfitta in campionato. I padroni di casa vanno in vantaggio nel primo tempo con un siluro da dentro l’area di destra di Cavani. Nella ripresa Bovo dai 30 metri batte nuovamente Rubinho. Inutile il gol nel finale di Milito che a porta vuota accorcia le distanze.

SAMPDORIA – CHIEVO 1-1
Non basta un ispiratissimo Antonio Cassano ai blucerchiati per portare a casa il primo successo in campionato. Di fronte un Chievo ben messo in campo, più brillante dal punto di vista fisico e determinato a portar via un punto dal Ferraris. Samp in vantaggio con Franceschini che conclude in rete una splendida azione targata Cassano. Due minuti dopo il pari dei veronesi con Langella che di forza supera Mirante e mette in rete una palla che passa in una selva di gambe blucerchiate.

TORINO – INTER 1-3
Brava e fortunata la formazione nerazzurra che passa in vantaggio con un’autorete di Pisano su cross di Mancini, poi raddoppia con un gran destro a incrociare di Maicon dal limite. Nella ripresa il Toro colpisce il palo con Cambiasso che devia verso la propria porta un cross di Diana. Un minuto dopo Ibrahimovic, servito da Mancini, buca per la terza volta Sereni con un rasoterra non irresistibile. Il gol bandiera granata arriva alla mezzora con Abbruscato che insacca in spaccata su un traversone di Samuel.

UDINESE – NAPOLI 0-0
Rischiava di essere un’amichevole visto le fatiche del giovedì di Coppa e l’ampio turn over di Reja (mancano 6/11 della formazione titolare), invece è stata una gara tiratissima al Friuli di Udine. Nella ripresa da segnalare un palo di Blasi (2′ st) e una traversa di Inler (35′ st). Napoli in 10 per l’espulsione di Santacroce (per doppia ammonizione) al 28′ del secondo tempo.

-clicca qui per vedere risultati serie A e classifica serie A