20/09/2017

Salerno sogna, primo hurrà per il Mantova

settembre 19, 2008 di  
Inserito in Serie B

lucam/copyright flickr.com

Primo centro per Godeas, prima vittoria virgiliana
lucam/copyright flickr.com

Il protagonismo di Mazzoleni e la freddezza di Fava  dal dischetto regalano un’altra serata di gloria alla Salernitana, confermatissima in vetta alla classifica di serie B. Mastica amaro il Modena, punito ben oltre i suoi demeriti e inchiodato ancora a quota zero . Nell’altro anticipo di giornata, il Mantova centra la prima vittoria stagionale contro uno sfortunato Cittadella che, colpendo due pali, non riesce a siglare il suo primo gol.

MODENA-SALERNITANA 0-1. Castori deve rinunciare ai suoi fedelissimi Peccarisi e Pestrin e concede un turno di riposo a Di Napoli. Il pressing asfissiante dei campani, come nella miglior tradizione delle squadre allenate dal tecnico di Tolentino, mette in grossa difficoltà i canarini. Chanches da rete, però, se ne vedono poche, l’assenza di Re Artù si fa sentire. Il primo tempo scorre senza grosse emozioni sino al 40′. Minuto in cui Gemiti trattiene in area Fava: Mazzoleni non ha dubbi e indica il dischetto. Lo stesso bomber ex Bologna spiazza Frezzolini per l’1-0. Sarà l’episodio chiave del match. Anche se non è l’abilità degli uomini di Castori a troncare ogni tentativo di rimonta gialloblù, bensì il protagonismo del direttore di gara che, nell’arco di 120 secondi, caccia Bruno e Cardone per proteste. Col Modena ridotto in 9 e sotto di un gol, t’aspetti una Salernitana dilagante. E invece no, i canarini, punti nell’orgoglio, mettono alle corde gli ospiti. Biabiany sfiora il palo e impegna Pinna, Pinardi allo scadere fallisce da due passi una clamorosa opportunità.  Il popolo salernitano può tirare un sospiro di sollievo, vittoria e primato sono salvi.

CITTADELLA-MANTOVA 0-2. Il primo tempo è abbastanza sonnolento, la formazione di Brucato rimane invischiata nel pressing veneto. Le cose migliori, allora, si vedono grazie ai padroni di casa: Rossi scheggia l’incrocio su punizione, Meggiorini fa leggermente peggio sfiorando il legno alla destra di Handanovic. Nella ripresa i virgiliani appaiono più pimpanti, ma il pericolo più grosso è ancora firmato Cittadella. Notari spedisce uno sciagurato pallonetto verso la propria porta centrando in pieno la traversa. Il tabù del gol, dunque, pare rimanere tale per la truppa di Foscarini. Tabù che non appartiene all’ultimo capocannoniere della serie cadetta Godeas che al 14′ decide di riprendere il discorso col gol. 1-0 che viene presto bissato da un rigore concesso per atterramento di Tarana e trasformato da Caridi. Il Cittadella cerca invano il primo sigillo stagionale, ma il risultato non cambia più. Il Mantova può così festeggiare la sua prima affermazione.