23/09/2017

Parte la Coppa Uefa, in dieci in lizza per il titolo

settembre 16, 2008 di  
Inserito in Europa League

Parte la coppa Uefa

Parte la Coppa Uefa

ROMA – Qualcuno la definisce ancora una competizione di Serie B, ma mai come quest’anno la Coppa UEFA è una vera e propria “Champions-Bis”.
Cambia solo il nome ma la sostanza è la stessa: le formazioni che si contenderanno la finale di Istanbul sono tutt’altro che sprovvedute. Basta leggere i numeri della nuova coppa Uefa per rendersi conto di cosa si sta parlando: 17 Coppe dei Campioni, 11 Coppe UEFA e 11 Coppe delle Coppe. Senza contare le Supercoppe Europee e quelle Intercontinentali.
E’ questa la Coppa Uefa voluta da Michel Platini, è questa la competizione che gli spettatori di tutta Europa desideravano vedere in auge da un po’ di tempo.

Parte oggi alle 18.00 (con Herta Berlino-St. Patrik’s, Nordsjaelland-Olympiakos e Apoel Nicosia-Schalke 04) il primo turno dell’edizione 2008-2009.

Con i campioni in carica promossi in Champions League, sono molte le pretendenti al titolo. Da nord a sud, da est a ovest senza alcuna differenza. Spagnole in prima fila con inglesi e italiane subito dietro. Attenzione a non sottovalutare i padroni di casa del Galatasaray e tre vecchie volpi d’Europa come Ajax, PSG e Borussia Dortmund. A queste andranno aggiunte anche le “scartate” della fase ai gironi della Champions. Roba d’altri tempi, insomma.

PRIMO TURNO – Si inizia oggi e si continua il 18 con l’andata del primo turno. Esordio facile facile per le tre spagnole più accreditate: il Siviglia ospiterà il Salisburgo, il Valencia andrà a far visita ai portoghesi del Marittimo e il Deportivo la Coruna se la vedrà in trasferta col Brann.
Non va peggio alle tedesche in particolar modo per l’Hertha Berlino contro il St Patrik’s (come accennato) e lo Schalke 04 contro l’Apoel. Gara non proprio proibitiva ma, comunque, a rischio per il Borussia Dortmund che se la vedrà contro l’Udinese.
Tra le inglesi più favorite spicca il Manchester City di Robinho e Bojinov che se la vedrà contro l’Ominia di Nicosia. Gara al quanto in discesa anche per l’Aston Villa sul campo del Litex.
Ricercando nel calendario uno sguardo più attento va dato anche al Galatasaray che va a far visita agli svizzeri del Bellinzona; al PSG ospite del Kayserispor; al Besiktas che tra le mura amiche affronta il Metalist; all’Ajax e al Feyenoord rispettivamente contro Borac e Kalmar; agli ellenici dell’Olimpiakos sul campo del Nordsjaelland e al CSKA Mosca che se la vedrà contro lo Slaven.

LE ITALIANE – Gare non facili per due delle quattro italiane impegnate in Coppa. Come detto l’Udinese se la vedrà contro il blasonato Borussia Dortmund, mentre il ritorno del Napoli in Europa rischia di essere un clamoroso ricordo in caso di sconfitta nel doppio incontro col Benfica.
Gara casalinga apparentemente abbordabile per la Sampdoria di Cassano contro i lituani del Kaunas, nuovi a questo tipo di emozioni.
Incognita Milan verrebbe da dire. La gara col Zurigo dovrebbe essere una passeggiata, ma di questi tempi la parola vittoria in casa rossonera sembra essere un tabù. Intanto per Ancelotti piove sul bagnato: alla lunga lista di indisponibili si è aggiunto Andrea Pirlo che rischia un mese di stop.