23/07/2017

Bundesliga: Pari nel derby della Ruhr, Amburgo in testa

settembre 16, 2008 di  
Inserito in Bundesliga

erlan/copyright flickr.com

Frei corona la gran rimonta giallonera
erlan/copyright flickr.com

Derby della Ruhr- Per la serie I grandi classici: se in Italia IL derby è Juventus-Inter, o in Spagna Real Madrid-Barcellona, in Germania è sicuramente Schalke 04-Borussia Dortmund. Esagerato? Provate ad “vivere” la partita in quest’angolo di Ruhr: due città inglobate nell’immensa megalopoli nata sopra il bacino minerario più grande dell’Europa Occidentale, cuore pulsante dello sviluppo industriale tedesco. Ieri, ma anche oggi. Una partita che va al di là del calcio, che è, da sempre, riscatto sociale: le due tifoserie sono da tutti riconosciute come le più calde di Germania, e si detestano, anche perchè sono antropologicamente diverse: più chic i tifosi del Borussia (tra i quali l’ex cancelliere Schroeder), più proletari a Gelsenkirchen. Se non bastasse le due squadre, dopo tre giornate di Bundesliga sono lassù, in cima. Ecco allora che un “tranquillo derby di inizio stagione” si trasforma (di nuovo) nella Partita. Ecco lo Schalke camminare al Westfalen Stadion sui gialloneri: 0-3 dopo 53 minuti, merito di Farfan, Rafinha e Westermann. Delirio e primato solitario. Momentaneo. Perchè la curva giallonera non si scompone e continua ad incitare i suoi. Fino alla fine comunque vada. E va che Subotic che segna al 67′, Frei che riapre la partita quattro minuti dopo e lo stesso svizzero che pareggia al 90′. Un punto e vittoria morale, gli odiati cugini ammutoliti…per tutto il resto c’è Mastercard.

Vincono le grandi- Chi approfitta del pareggio nella Ruhr è l’Amburgo. Gli anseatici vincono rocambolescamente in casa contro il Bayer Leverkusen: da 0-2 a 3-2 grazie a Guerrero, Olic e Petric, e ora guardano tutti dall’alto in basso. Vittoria schiacciante anche per il Bayern a Colonia (doppietta di Toni e gol dell’ex Podolski) e, udite udite del Werder Brema (che annuncia il ritorno a casa del figliol prodigo Claudio Pizarro) contro il fanalino Cottbus (Diego, Frings, Sanogo). L’unica grande a steccare è lo Stoccarda, che pareggia 0-0 con la matricola terribile Hoffenheim.

Le altre- Pari anche tra due aspiranti grandi: 2-2 divertente tra Hertha e Wolfsburg. Bene il Bochum, che batte nel posticipo l’Arminia Bielefeld 2-0; ma la chiusura di questa quarta giornata lo merita il l’Hannover che strapazza 5-1 il Borussia Mönchengladbach grazie alle doppiette di Huszti e della meteora Bayern Schlaudruff; timbra il cartellino anche il finlandese Forssell mentre il gol della bandiera ospite è di Friend.

  • Michael Vittori scrive:

    vai di antropologia…

  • Lascia un commento

    Dì la tua su questo articolo

    You must be Autenticato come to post a comment.

    -->