19/08/2017

Ashley se ne va, Newcastle agli arabi?

settembre 15, 2008 di  
Inserito in Calcio Estero, Premier League

La pesante contestazione Magpie contro Ashley nurbity burbity/copyright flickr.com
La pesante contestazione Magpie contro Ashley
nurbity burbity/copyright flickr.com

Newcastle upon Tyne– Il Newcastle è ufficialmente in vendita. Patron Ashley, contestato pesantemente dalla tifoseria Magpie, ha annunciato la decisione con una lettera aperta sul sito del club. Lettera dove ha difeso il suo operato, raccontato il suo salvataggio della società da ingenti debiti e descritto l’impossibilità nel proseguire l’avventura come numero uno dei bianconeri, visto il clima di tensione -evidenziato dalle proteste inscenate- creatosi attorno alla sua figura.

Arriva lo sceicco– Il capo d’accusa imputato dagli appassionati ad Ashley è sostanzialmente uno: aver fatto fuori gli idoli storici dall’organigramma societario. Mister Keegan, con cui non scorreva buon sangue, e l’ambasciatore ufficiale Alan Shearer, super bomber indimenticato degli anni ’90. Ma ora a lasciare è il presidente, e gli unici acquirenti paiono essere, ancora una volta Oltremanica, esotici. Dopo gli americani a Liverpool- anch’essi contestatissimi-, Abramovich al Chelsea, gli arabi al City, ecco un’altra proprietà saudita all’orizzonte. Lo sceicco Mohammed bin Rashid Al-Maktoum, infatti, pare per ora essere l’unico in grado di sborsare i 400-500 milioni di euro necessari all’acquisizione del club. Il magnate, per altro, aveva tentato invano di metter le mani sul club Red nell’estate scorsa. Ora ha la ghiotta occasione di rifarsi e dare un ulteriore tocco d’esoticità -e ricchezza- all’ambitissima Premier.