25/09/2017

Torna Toni e il Bayern si sblocca

settembre 1, 2008 di  
Inserito in Bundesliga, Calciomercato news

Toni rilancia il Bayern insashi copyright flickr.com

Toni rilancia il Bayern
insashi/copyright flickr.com

Ci voleva lui. Luca Toni torna a calcare il prato dell’Allianz Arena e il suo Bayern centra il primo successo in Bundesliga. Al bomber azzurro bastano 12 minuti per fare la cosa a lui più congeniale (segnare) ed inaugurare il poker con cui i bavaresi piegano la resistenza dell’Hertha. In vetta, però, ci sono le rivali dei campioni in carica, ovvero Amburgo, Borussia Dortmund e Schalke 04. Ancora per poco?

Toni rilancia il Bayern– Doppio dribbling, rasoterra imprendibile: ecco il biglietto da visita di Luca Toni. Klinsmann ringrazia, ma la sua creatura sta crescendo in toto. Il confermato 3-5-2 inizia a girare a dovere: si sono visti pressing, attacchi continui, bel gioco e soprattutto gol. Quello di Luca, ma anche di Lahm, Schweinsteiger (su rigore) e, sempre su penalty, Klose. Un’altra nota positiva della giornata, dato che l’attaccante tedesco era a digiuno da tempo. La concorrenza è avvisata, il Bayern sta tornando.

Thiago Neves, colpaccio dell'Amburgo cris tilibra/copyright flickr.com

Thiago Neves, colpaccio dell’Amburgo
cris tilibra/copyright flickr.com>

Amburgo scatenato– Erano cinque anni che non si vedeva una partenza così a Dortmund. Il primo posto e l’imbattibilità sono il frutto dell’ottimo lavoro del neotecnico Klopp che in breve tempo ha risollevato il Borussia. Decisivo nel blitz di Cottbus Subotic. Sorride anche l’Amburgo. Il club del nord, infatti, ha più di un motivo per rallegrarsi: il netto successo sull’Arminia (con primato annesso) firmato da uno strepitoso Reinhardt (doppietta), Olic e Jarolim, e la firma del talento brasiliano Thiago Neves. I biancoblù hanno strappato il fantasista del Fluminense, protagonista assoluto dell’ultima Libertadores e delle Olimpiadi,  alla concorrenza di mezz’Europa. Costo dell’operazione 9 milioni. Il carioca non è l’unico colpo di questi ultimi giorni di mercato. Alex Silva e Marcell Jansen sono gli altri importanti acquisti messi a segno. Il potente centrale carioca proviene dal San Paolo (bel prospetto) e il pari ruolo tedesco (una sicurezza) dai rivali del Bayern. Un tris di colpi da 23,5 milioni. La società anseatica, sorniona per tutta l’estate, si è letteralmente scatenata. Ed ora punta dritta dritta al ‘Meisterschale’.

Delusione Werder– Un’altra rete di Westermann regala la vetta anche allo Schalke che si consola così dalla batosta del Vicente Calderon (0-4 nel ritorno del preliminare Champions). Ma la sorpresa di giornata è firmata Moenchengladbach. Il Borussia ha schiantato il Werder a domicilio ben oltre quanto dica il risultato finale. Il 3-2, infatti, è frutto del recupero biancoverde negli ultimi minuti, utili ad evitare una figuraccia ma non la sconfitta. 2 pari e 1 ko è il misero bottino racimolato sinora dalla truppa di Schaaf: erano 9 anni che non si assisteva ad una partenza così negativa da queste parti.

-clicca qui per vedere classifica bundesliga e risultati bundesliga