26/05/2017

Real e Barça, falsa partenza

settembre 1, 2008 di  
Inserito in Liga

Se in Italia le big hanno steccato in massa, in Spagna hanno fatto di peggio. Real e Barcellona, le due candidate al titolo, sono cadute rumorosamente nell’esordio di Liga. I blaugrana cadono al cospetto della neopromossa Numancia, complice una buona dose di sfortuna, mentre le merengues hanno dato vita ad un’inguardabile prestazione in quel di La Coruna.

Stadi stregati– Oltre alla sconfitta, un altro aspetto accomuna le due big. I campi delle avversarie affrontate, infatti, sono stregati per entrambi: il Real ha incassato la 12° sconfitta in 18 incontri al Riazor, per il Barça è la 4° partita senza vittorie al Pajaritos. Tra le due, salviamo la formazione di Guardiola. Mario l’ha castigata al 13′, ma Messi e compagni hanno sciupato una valanga di occasioni da rete cogliendo due pali. Ciò che preoccupa di più in casa catalana è la fase difensiva, assolutamente da registrare. Bocciata senza appello, invece, la truppa di Schuster. A nulla serve schierare tanti uomini offensivi se ne inneschi soltanto uno (Robben). Anzi, rischi di essere sbilanciato. Il solito Van Nisterlooy aveva illuso le merengues col pari provvisorio, ma Lopo ha ripristinato le distanze. Da lì in poi, (ed era soltanto il 51′) non si è vista la ben che minima reazione. Il tecnico tedesco, a partire dal reinserimento di Robinho (se oggi non firmerà col Chelsea), ha molto su cui lavorare.

Doppietta per Forlan bau2/copyright flickr.com

Doppietta per Forlan
bau2/copyright flickr.com

Ridono Atletico e Valencia– Si sfregano le mani le ambiziose Valencia e Atletico Madrid. Ben diversa, infatti, è stata la loro prima. I colchoneros confermano la loro pericolosità e ambizione spazzando via il Malaga (4-0) grazie ad uno scatenato Forlan (doppietta) e ai nuovi Heitinga e Sinama Pongolle. Che il Valencia non fosse più la squadra intimorita dell’anno scorso lo si era già capito. Il tris al Maiorca ha confermato questa sensazione: la banda guidata da Emery e trascinata da Villa (gol e assist per lui) può inserirsi nella lotta per il titolo.

Pari per il Siviglia– Nelle altre partite, bei blitz dell’Almeria a Bilbao (Pellerano, Negredo, Ortiz a segno), del Recreativo a Siviglia (decisivo Adrian) e del Getafe contro il neopromosso Sporting (gol vittoria di Casquero nel finale). Il Siviglia, invece, parte con un pari a Santander. Luis Fabiano (sempre lui) illude gli andalusi che vengono subito riacciuffati da Exposito.

-clicca qui per vedere risultati liga e classifica liga