23/11/2017

Porto e Sporting, buona la prima

academia futebol raul meireles/copyright flickr.com

academia futbolera raul meireles
copyright flickr.com

E’ partita nel weekend la Superliga portoghese. Tutti a caccia del tricampione Porto, ovviamente. In estrema sintesi, i Dragoes non hanno deluso le aspettative stendendo il Belenenses, lo Sporting Lisbona ha risposto di conseguenza mentre il Benfica non è andato oltre il pari in casa del Rio Ave.

1000 di questi giorni– I Dragoes non risentono quindi della grana Quaresma, tenuto fuori rosa per le note vicende di mercato che lo vedono ad un passo dall’Inter. A far le veci della talentuosa ala- per uno strano scherzo del destino- c’è un giocatore che ha già vestito i colori nerazzurri, Mariano Gonzalez. Il fantasista ha aperto le danze al 15′ ed ha acceso la luce nel centrocampo portista con le sue invenzioni. Il centrale Hulk nel finale ha messo il sigillo sul 1000esimo giorno da leader di Superliga del Porto, certificando il netto dominio in campo -e nel torneo di casa- contro il malcapitato Belenenses. Il campionato portoghese è appena iniziato ma sembra già finito.

Sporting ok, pari Benfica– Tutto facile per lo Sporting Lisbona. I biancoverdi, galvanizzati dalla vittoria in Supercoppa, spazzano via l’inesperto Trofense nella prima mezz’ora con le reti in rapida successione di Tonel, Izmailov e Yannick Dialò. Gli unici brividi per i padroni di casa vengono causati dall’ingenua espulsione di Polga e dal conseguente rigore trasformato da Pinheiro. Gli ospiti tentano la rimonta ma cozzano contro la solida difesa biancoverde.

Bel pari tra Rio Ave e Benfica. Le due compagini si sono affrontate a viso aperto ed hanno cercato costantemente di prevarre l’una sull’altra. L’aggressiva e intraprendente formazione di Joao Eusebio ha addirittura accarezzato il sogno di aggiudicarsi l’intera posta in palio quando Semedo ha sbloccato l’incontro. L’illusione, però, è durata un solo giro di lancette, il tempo necessario a Nuno Gomes per pareggiare i conti. Il bomber ex Fiorentina ha letteralmente cambiato il gioco d’attacco dell’undici di Quique Flores offrendo, oltre alla rete, più velocità e incisività. La partita è vibrante sino al termine e si chiude con un giusto pari. Le ambiziose aquile, però, sono già costrette ad inseguire i cugini e i campioni in carica.

clicca qui per vedere risultati superliga e classifica superliga