28/06/2017

Piccolo grande Hoffenheim

agosto 25, 2008 di  
Inserito in Bundesliga, Calcio Estero

bfolberth/copyright flickr.com

bfolberth
copyright flickr.com

Magico Hoffenheim– Matricola terribile. E’ l’Hoffenheim, piccola realtà da 3300 abitanti guidata dal plurimiliardario Hopp dalla serie C al primato solitario in Bundesliga. La neopromossa, infatti, è l’unica squadra a punteggio pieno dopo 2 turni. Un premio al lavoro del patron, di mister Ragnick e di tutti i protagonisti biancoblù.

Borowski salva Klinsmann– L’uomo del momento è Ibisevic. Il fantasista bosniaco, dopo la doppietta dell’esordio, ha concesso il bis firmando il successo sul Borussia Moenchengladbach. Pericolo scampato, invece, per i campioni in carica del Bayern. La formazione di Klinsmann conferma gli imbarazzi del debutto strappando un pari sofferto in quel di Dortmund. Nel remake dell’ultima finale di coppa nazionale, infatti, i gialloneri si portano subito in vantaggio col polacco Blaszczykowski. I bavaresi, nonostante il rientro di Toni, non pungono. E allora è ancora il Borussia ad andare vicino al gol col neoacquisto Valdez. Come se non bastasse, Van Bommel si rende protagonista di un episodio deplorevole: la manata a Hajnal gli costa il giustissimo rosso. I bavaresi crescono nella ripresa, ma i gialloneri sfiorano il colpo del ko con Kringe, la cui conclusione viene stoppata sulla linea da Schweinsteiger. A salvare Klinsmann dalla sconfitta ci pensa uno dei pochi volti nuovi di casa Bayern, ovvero l’ex Werder Borowski, abile nel sfruttare una sponda di Lucio. La classifica- per ora- non sorride, ma questo punto vale oro.

Werder, pari beffa– Il big match di giornata era WerderSchalke. Le due antagoniste principali del Bayern impattano in quella che nella scorsa annata fu la sfida per la seconda piazza. Il pari lascia l’amaro in bocca agli arancioverdi che hanno dominato in lungo e in largo il match. Il numero uno ospite Schober, infatti, ha vestito i panni di Superman e ha detto di no due volte a Pizarro (al ritorno dopo 7 anni davanti al pubblico di Brema) e a Rosenberg. Un gremitissimo Weserstadion (41200 spettatori) si è illuso col facile tap in di Frings (ottima l’assistenza di Ozil dall’out mancino) e ha sussultato per il raddoppio sfiorato da Hugo Almeida, ma poco dopo si è gelato. In una delle poche sortite in avanti, Westermann ha risolto una mischia in area regalando ai suoi un preziosissimo punto.

Stoccarda cade dopo 7 mesi– Nelle altre partite, vittoria al fotofinish dell’Amburgo sul Karlsruher. Di Matijsen la rete della vittoria al 90′. Bel blitz esterno, invece, per il Bayer Leverkusen che espugna Stoccarda con un secco 2-0. L’impresa dei Lowen assume ancora più rilevanza se consideriamo che i rossi non subivano sconfitte interne da ben 7 mesi. Gekas e Helmes le firme di questo importante successo che regala i primi punti in classifica al Leverkusen. Il match è stato intenso, tirato, ma il Bayer ha capitalizzato al meglio le proprie occasioni.

-clicca qui per vedere risultati bundesliga e classifica bundesliga