18/12/2017

1° Cat: Pietracuta, neopromossa vogliosa di far bene

PIETRACUTA– Neopromossa con tanta voglia di far bene. E’ il Pietracuta, che da lunedì scorso è al lavoro per preparare al meglio il ritorno in Prima dopo tre anni di assenza. Ieri sera la prima amichevole,  poi il match di Coppa con il Delfini e l’esordio in campionato il 7 settembre a Riccione contro l’Asar. L’obiettivo dei rossoblù è disputare un buon campionato, centrare una tranquilla salvezza: “Non affronteremo le partite per pareggiare o perdere– annuncia il dirigente Paolini– vogliamo vincere più incontri possibile e ben figurare”. E, magari, portare a casa qualche derby, dato che saranno all’ordine del giorno: “Faremo di tutto per vincere queste sfide, ci teniamo particolarmente” avverte il dirigente.
Il Pietracuta, in vista del grande ritorno, ha confermato quasi tutti i protagonisti della promozione, a partire da capitan Guerra, il jolly Cupi, gli autoctoni Fazi e Agostini, per arrivare all’artefice numero uno del salto di categoria, mister Giorgetti: “Fiducia piena al nostro tecnico– dichiara convinto Paolini- siamo contentissimi sia per i risultati che per il gioco espresso dalla squadra. Non confermare un tecnico così bravo e vincente sarebbe stata una follia”. Il trainer avrà a disposizione anche dei nuovi elementi, rinforzi indispensabili per confrontarsi con la nuova realtà. Dal Verucchio sono arrivati i giovani Proccoli, difensore classe ’86, e Montanari, esterno dell’89, centrocampo e difesa fruiranno dell’esperienza del duo ex Viserba Pini e Gravina, mentre sulla mediana si punta sul recupero di Parri e sul ritorno di Fabbri dopo un’annata in prestito al Secchiano. Ma le novità più succose sono in attacco: il nuovo tandem sarà, presumibilmente, un intrigante cocktail di esperienza e gioventù. Il 22enne attaccante del vivaio Tacconi, infatti, sarà affiancato da un bucaniere dell’area di rigore come il 38 enne Bianchi, una vita nei campionati sammarinesi prima dell’ultima parentesi al Tre Villaggi. Il dirigente può ritenersi soddisfatto del lavoro svolto: “Abbiamo preso degli ottimi giocatori per centrare il nostro obiettivo– afferma- il mercato ora è chiuso, la rosa è al completo”.
In chiusura, Paolini fa le carte al campionato, ritenuto “particolarmente tosto”. Nova Secchiano e Sanvitese sono le sue favorite: “Sono i due club che, sulla carta, hanno gli organici migliori- commenta- ma, si sa, quel che conta di più è l’unità d’intenti, la forza del gruppo. Per vincere bisogna remare tutti nella stessa direzione”. E’ questo è anche l’augurio per la stagione alle porte del suo Perticara.