19/08/2017

Preliminari: ok Arsenal e Barça, pari per il Liverpool

agosto 14, 2008 di  
Inserito in Champions League

Thundershead/copyright flickr.com

Thundershead
copyright flickr.com

Sorprese e conferme nell’andata del terzo turno preliminare di Champions League. Tante le big scese in campo che, nel complesso hanno fatto il loro dovere. Il Barça di Guardiola ha già messo in tasca il pass della qualificazione con un roboante 4-0 sui polacchi del Wisla. Protagonista assoluto Eto’o che, dopo aver ricostruito il feeling con il nuovo tecnico -che ad inizio stagione lo aveva inserito nella lista degli indesiderati con gli epurati Dinho e Deco- sigla una doppietta nella prima uscita ufficiale. A segno anche Xavi e Henry. Ma la scelta che più ha sorpreso è l’esclusione di Bojan per l’altrettanto giovane Ledesma Rodriguez. Da Eto’o passiamo ad un altro bomber che ha infiammato il mercato estivo senza però cambiare casacca. Parliamo di Adebayor, autore del 2-0 sul Twente. I Gunners hanno dovuto attendere il 63′ per prevalere sugli olandesi (rete di Gallas) prima di ipotecare la qualificazione con il togolese.

Nervosismo al Veltins Arena– Si conferma ostico l’impegno del Liverpool bloccato sullo 0-0 in quel di Liegi. E, a dir il vero, Gerrard & co. possono ritenersi soddisfatti del pari. E’ la formazione di Preud’homme, infatti, a rendersi maggiormente pericolosa, come all’11’ quando Dante si fa ipnotizzare dal dischetto da Reina. La lista degli sprechi prosegue col palo di Fellaini, mentre nella ripresa domina l’equilibrio. De Camargo e Dante ci provano da una parte, Torres e Gerrard (subentrato al neoacquisto Keane) dall’altra. Si deciderà tutto ad Anfield. Nervosismo nella supersfida Schalke-Atletico. 9 cartellini gialli e uno rosso (per il colchonero Antonio Lopez) il bollettino di guerra di una gara vinta dai tedeschi per 1-0. Dopo la rete di Pander gli iberici non riescono a reagire e l’incontro degenera. Discorso aperto, comunque, in vista del ritorno a Madrid.

Delusioni turche– Il risultato più clamoroso lo centra l’Anorhosis. I ciprioti stendono con un sorprendente 3-0 l’Olimpiacos sovvertendo ogni pronostico. Per i greci del Pireo è stata una serata da dimenticare: sotto per un autogol di Torosidis, subiscono il raddoppio al 19′ e soprattutto falliscono un penalty con Mitroglu all’80’. Nel finale arriva anche il tris per la squadra dell’ex romanista Dellas che a questo punto vede diventare la Champions una dolce realtà. Delude anche il Galatasaray. I turchi acciuffano un 2-2 soffertissimo grazie alla doppietta di Nonda dopo essere stati in doppio svantaggio con i romeni dello Steaua Bucarest. Qualificazione ancora raggiungibile, quindi, ma la trasferta romena sarà densa d’insidie. Stessa sorte per i connazionali del Fenerbahce (reduci, per altro, da un’importante campagna acquisti) abili nel rimontare due reti al Partizan in quel di Belgrado.

Ok le ucraine– Bene, anzi benissimo le ucraine. La Dinamo Kiev strapazza a domicilio lo Spartak Mosca (doppiette di Bangoura e Milevskiy), lo Shakthar s’impone 2-0 sulla Dinamo Zagabria (Srna e Brandao). Importanti successi esterni per l’Olympique Marsiglia in Norvegia e per il Panathinaikos a Praga.

Ecco il quadro completo delle gare:

Fiorentina-Slavia Praga 2-0

Sparta Praga-Panathinaikos 1-2

Spartak Mosca-Dinamo Kiev 1-4

Juventus-Artmedia Bratislava 4-0

Twente-Arsenal 0-2

Levski Sofia-Bate Borisov 0-1

Shakthar Donetsk-Dinamo Zagabria 2-0

Anorthosis-Olimpiacos 3-0

Aab-Kaunas 2-0

Galatasaray-Steaua Bucarest 2-2

Brann-Olympique Marsiglia 0-1

Schalke 04-Atletico Madrid 1-0

Partizan Belgrado-Fenerbahce 2-2

Standard Liegi-Liverpool 0-0

Vitoria Guimaraes-Basilea 0-0

Barcellona-Wisla Cracovia 4-0