18/08/2017

Pillole dall’Europa

agosto 11, 2008 di  
Inserito in Calcio Estero

Se l’attenzione dei calciofili in questo momento è tutta per le imprese di Messi, Ronaldinho e Giovinco alle Olimpiadi di Pechino, non bisogna però dimenticare che in Europa si continua giocare: ecco, in pillole, cosa è successo nel week-end calcistico.

Iniziamo la carrellata con la Supercoppa del Belgio: lo Standard Liegi si è imposto per 3-1 sull’Anderlecht grazie ad una doppietta del difensore a stelle e strisce Onyewu tra il 12′ ed il 18′ del primo tempo. Inutile il gol dal dischetto del neoacquisto argentino Suarez al 70′, cui ha risposto Nicaise di testa. Continua così l’estate nera dei biancomalva, già eliminati dalla Champions League dai bielorussi del BATE Borisov; mentre la vittoria caricherà certamente i valloni in vista del confronto contro il Liverpool di mercoledì prossimo. nel prossimo week-end sarà già campionato!

Sempre in tema di Supercoppe, a Malta si impone il Valletta per 2-0 sul Birkirkara. Per la squadra della capitale si tratta del settimo sigillo nella manifestazione.

Passiamo ai campionati nazionali. Kick off in Scozia senza grosse sorprese: i Rangers delusione di Champions (fuori al secondo turno preliminare con i carneadi del FBK Kaunas) si impongono per 1-0 a Falkirk (gol di Velicka), mentre i cugini cattolici del Celtic superano con identico punteggio il St Mirren (Robson su rigore). Nelle altre partite vittoria sofferta per gli Heart of Midlothian di Romanov (altro lituano nelle Highlands, corsi e ricorsi storici) per 3-2 sul Motherwell; mentre male l’altra squadra di Ediburgo: l’Hibernian si fa battere in trasferta a Kilmarnock. Esordio da buttare anche per l’altra grande storica di Scozia, l’Aberdeen, battuto in casa dall’Inverness Caledonian Thristle. La giornata si chiuderà oggi con Hamilton-Dundee Utd. In Austria si giocava la sesta giornata e il match clou metteva di fronte Austria Vienna e Salisburgo. Al doppio vantaggio ospite con Boussaidi e Janko rispondono nella ripresa Bazina, Okotie e Diabang per il rocambolesco successo del club della capitale per 3-2. Il Rapid campione in carica passeggia in trasferta sull’Altach 7-2 (tripletta nel nazionale Hoffer) e mantiene il primato con lo Sturm Graz, anch’esso vittorioso in trasferta per 3-1 a Kapfenberg. Nella vicina Svizzera si è giocata invece la quinta giornata: la capolista (ma con una partita in più) Aarau ha vinto 1-0 con il fanalino Lucerna, mentre la corazzata Basilea si è imposta 4-0 sul Vaduz. Vittorie anche per gli outsider dello Young Boys (2-1 allo Xamax) e del Bellinzona, 2-0 a Sion. 2-2, infine nel derby di Zurigo tra Grasshoppers e Zurigo. Niente di nuovo in Croazia: la Dinamo Zagabria è a punteggio pieno dopo 3 gare (vittoria per 1-0 sabato a Sesvete) mentre continuano gli affanni dell’Hajduk Spalato, travolto dalla seconda squadra della capitale, l’NK Zagreb, per 3-0. In Rep.Ceca OK le due di Praga: lo Sparta vince 2-0 a Kladno, mentre lo Slavia (prossimo avversario della Fiorentina in Champions) batte il Pribram nell’anticipo di mercoledì. Dopo due giornate in vetta con lo Sparta anche il Brno (4-1 allo Slovan Liberec) e il Sigma Olomouc (2-1 al Viktoria Plzen). L’avversaria della Juventus, l’Artmedia Petrzalka, ha invece riposato. Nel suo campionato volano il Kosice (3-1 al Dunajska Streda) e lo Zilina (addirittura 5-0 al Nitra) a punteggio pieno dopo 4 partite.

Spostiamoci in Scandinavia, dove i campionati sono già nel vivo: in Norvegia dopo 17 giornate comanda lo Stabaek con 37 punti, vittorioso 2-1 ad Aalesund domenica. Le due rivali più pericolose: Tromso (31) e Fredrikstad (30) giocheranno stasera tra loro; in palio il titolo di sfidante ufficiale. In Svezia dopo 18 giornate è lotta a due tra Kalmar (41 punti) ed Elfsborg (40), entrambe vittoriose in trasferta, rispettivamente su Ljungskile (4-2 il punteggio) e AIK Solna (2-0).  Vittorie in trasferta anche per le reginette di Finlandia: l’Inter Turku si sbarazza dell’Haka Valkeakoski 4-0 e mantiene 4 punti sull’Honka, che si accontenta di segnare 2 gol al RoPs Rovaniemi. Restando nella Veikkausliiga: il vecchio Litmanen si è accasato al Lahti.

In Russia ora, dove nella 17esima giornata c’è stato un ideale passaggio di testimone tra lo Zenit campione in carica, ed il Rubin Kazan, attuale capolista: nello scontro diretto i tatari si impongono per 4-1, mentre la Dinamo Mosca si impone 1-0 sull’Amkar Perm e rimane a -2 dalla vetta. Nella vicina Ucraina capolista a sorpresa: il Methalur Donetsk è in vetta solitaria a punteggio pieno dopo 4 giornate. Attardate le big: lo Shakthar impatta 0-0 con il Dnipro ed è mestamente a 5 punti, mentre i rivali della Dinamo Kiev sono terzi, a 7 punti (già -5 dalla vetta, comunque) dopo il pareggio di Poltava con la locale Vorlska.

Chiudiamo la carrellata facendo un grosso in bocca al lupo alle squadre di Polonia, BulgariaMontenegro che hanno appena iniziato il loro campionato.