18/11/2017

1°Cat: Look giovane per un Bakia che non vuole più soffrire

CESENATICO- Rinnovare e ringiovanire. Il Bakia si rifà totalmente il look in vista della prossima stagione per “non soffrire come l’anno scorso”, come dichiara il direttore sportivo Magnani. I biancoazzurri, infatti, evitarono per un soffio la sgradevole lotteria dei play-out. Giusto allora non voler sentire parlare di spareggi salvezza: “il primo obiettivo è un campionato tranquillo, da vivere senza patemi– le parole del d.s.- vogliamo far crescere i nostri giovani e, se possibile, ambire anche a qualcosina in più”. La rosa, come sovracitato, è stata ringiovanita, sia per esigenze economiche che tecniche, visto che “è inutile aver un buon settore giovanile e non sfruttarlo”. In quest’ottica vanno letti gli acquisti di Trevisan (difensore del ’90)e Morigi (centrocampista dell’87) dal San Mauro Mare, Lombardi (punta classe ’88) dal Gambettola, Zanotti dalla Berretti del Bellaria, Genghini (terzino destro) dalle giovanili del Cesenatico e Della Motta (esterno sinistro) dal Verucchio. Gioventù che, però, non farà rima con inesperienza: “Molti di questi ragazzi hanno già alle spalle diverse stagioni in queste categorie– spiega Magnani- mentre altri vengono da settori giovanili molto importanti”.

Un mister abile coi giovani- Questo giovane Bakia si è affidato a chi con i talenti in erba sa lavorare molto bene, ovvero mister Agostinelli. L’ex tecnico di San Mauro Mare, infatti, ha allenato in settori giovanili prestigiosi (Cesena, Bellaria), compreso quello dei biancoazzurri: “Ama lavorare con i giovani ed è un allenatore molto esperto– il commento del d.s.- in una parola, una sicurezza”.

Due elementi navigati– Mister Agostinelli, però, avrà a disposizione anche qualche giocatore navigato. Sono arrivati, infatti, Lucchi dal San Mauro Mare e Arcari da una squadra del bresciano. A loro il compito di sopperire alle partenze pesanti: “Ronconi e Onofri, i nostri due bomber, ci mancheranno molto– ammette Magnani- sarà dura sostituirli ma abbiamo fiducia nei nuovi”. In casa Bakia manca solo una pedina: “un centrale esperto” la rivelazione del dirigente.

‘Vogliamo giocare i derby’– Difficile fare pronostici quando una squadra viene rivoluzionata. Il d.s. Magnani è fiducioso ma non si sbilancia: “Crediamo di aver creato un bel gruppo, una buona base a cui apportare eventuali correttivi tra un anno, quando ambiremo a diventare ancora più competitivi”. In vista della compilazione dei calendari, l’auspicio è “tornare nel girone di Rimini per disputare i derby ed aver le trasferte più vicine” perchè “ci divertiamo di meno contro avversari meno conosciuti”. Tra circa due settimane si scaldano i motori: “Partiamo l’11 agosto, la nostra truppa di ‘giovani temprati’ scalpita” chiude il d.s.