18/08/2017

Inter, perchè Muntari?

luglio 28, 2008 di  
Inserito in Calciomercato news, Inter

No Lampard, sì MuntariLampard sfuma, ecco l’alternativa: Sulley Ali Muntari, 24enne centrocampista ghanese. Ben 14 i milioni sganciati al Portsmouth per averlo. Questa la notizia di qualche giorno che mi ha lasciato interdetto. La domanda sorge spontanea: serve davvero l’ex udinese ai nerazzurri? E’ lui l’uomo di cui necessitava l’Inter a centrocampo?

Pericoloso surplus– La mia risposta, a rischio di esser smentito dal campo, è no. In ottica futura l’operazione è comprensibile. I vari Vieira e Dacourt, infatti, viaggiano oltre la trentina ed hanno avuto diversi problemi fisici nelle ultime stagioni. Stankovic appare in fase calante, Zanetti non potrà durare in eterno. Il ghanese, quindi, è un “delfino perfetto”. La carta d’identità è dalla sua parte, la forza fisica e l’esperienza maturata nel nostro torneo idem. Ma nell’immediato rischia di creare un pericoloso surplus. Eh sì, perchè oltre ai sovracitati, ci sono pure l’insostituibile Cambiasso, il portoghese Pelè e il giovane Bolzoni. Tantissimi nomi per 3 maglie.

Doppione– L’operazione suscita perplessità anche sotto l’aspetto tecnico. A lungo e invano è stato inseguito Lampard, giocatore dall’elevato tasso tecnico, di forte personalità, abile negli inserimenti e in fase realizzativa, oltre che nella fase di copertura. L’idea Hamsik non era male, ma a giusta ragione il Napoli non ha voluto privarsene. E allora perchè spendere 14 milioni per un doppione piuttosto che cercare un’alternativa simile? Un Rakitic, magari. E invece no. Il problema abbondanza è stato ulteriormente aggravato e rischia di essere la zavorra più pesante per Josè Mourinho.

Quanti attaccanti– Nessuno degli indiziati, infatti, pare intenzionato ad andarsene. Il caso attaccanti è esemplare: le punte in casa Inter non si contano. Adriano, Balotelli, Cruz, Ibra, Mancini, Figo sono gli intoccabili. Poi ci sono il rientrante Obinna, Crespo e Suazo (pagato fior fiore di quattrini 12 mesi fa). Qualcuno giocoforza dovrà fare le valigie. Lo spogliatoio rischia altrimenti di diventare una bomba ad orologeria. Agli uomini di mercato nerazzurri il compito di snellire la rosa: compito tutt’altro che facile, visto che i suddetti giocatori percepiscono ingaggi importanti. Ma anche don Josè era stato chiaro: massimo 25 giocatori. Ad oggi fatica a far giocare tutti nelle amichevoli. Figuratevi in campionato….