16/08/2017

Lega Pro di lusso. E il Perugia domina il mercato

luglio 22, 2008 di  
Inserito in Calciomercato news, Lega Pro

Cifre da capogiro e ingaggi a go-go in Lega Pro. Tante le  piazze importanti che stanno investendo sul mercato per tentare il salto (ritorno…) in cadetteria. In molti casi senza badare a spese.

I colpi ad effetto– Incredibile la cifra sborsata dal Benevento per bomber Evacuo: 1,3 milioni cash sganciati al Frosinone. Sulla stessa linea d’onda l’esborso della Cremonese per un altro rapinatore d’area, l’ex spezzino Guidetti. I grigiorossi, pur di riscattare la bruciante delusione patita nella finale play-off, stanno allestendo uno squadrone. E’ stato ingaggiato, infatti, pure Saverino (Ascoli), centrocampista di qualità che ritrova il suo mentore Iaconi. L’ex trainer ascolano, infatti, ha richiesto espressamente  alla dirigenza il suo ingaggio. Sono arrivati poi pure Bianchi, sempre dallo Spezia, e il giovane verdeoro Borilli, mentre è stata rinnovata col Lecce la comproprietà di Cozzolino. Il Taranto non sta a guardare e, dopo aver perso Zito, Plasmati e Mancini, fa spesa in Sudamerica (Barrotti dal Penarol e Bueno dal Defensor Sporting) e a Teramo, dove preleva un numero uno nuovo di zecca (Nordi) e la bocca da fuoco Marolda (13 reti l’anno scorso). Infine, da Lecce è arrivato il bravo centrocampista Giorgino. Colpo da novanta, invece, per il Pescara, che si è aggiudicata le prestazioni dell’ex Brescia Bazzani, un lusso per la categoria. Sia economico che- condizioni fisiche permettendo- tecnico.

Covarelli come Nabuccodonosor– La regina del mercato, però, è il Perugia. La campagna acquisti del Grifone, giunto per altro ad un passo dalla finale playoff nella scorsa stagione, è stata sontuosa. Presi Cutolo (il vero colpaccio), Benassi (sicurezza tra i pali reduce dalla promozione al Sassuolo), Cudini (esperto difensore con alle spalle anni di A) , Fiasconi (Crotone), Minieri e Passiglia (elementi dal valore indiscutibile) dal Vicenza e ‘incassato’ il gradito ritorno di Mezavilla dal Pisa, oggi è arrivata la classica ciliegina sulla torta. Stiamo parlando di De Giorgio, fantasista della Cavese strappato alla concorrenza dei cugini ternani dopo una trattativa estenuante. L’esterno ritroverà così l’ex partner d’attacco Ercolano riformando quel tandem d’attacco tanto prolifico a Cava dei Tirreni. Il parterre di punte e mezzepunte a disposizione di mister Indiani è quindi di categoria superiore. Il profeta in patria Covarelli, insomma, sta rinverdendo i fasti di Gaucci. Manco il tempo d’insediarsi, ‘et voilà’ ha allestito un organico da promozione diretta.

Rivoluzione a Verona- Il baratro della C2, sebbene soltanto sfiorato, ha imposto un deciso maquillaque in casa Hellas. Il nuovo tecnico Remondina potrà disporre di ben 13 nuove pedine: il tris clivense GirardiParolo e Moracci, Campagna dalla Juve, Tiboni (Sassuolo), Bergamelli e Campisi dall’Atalanta, Scapini (Cuneo), Gomez e Da Dalt dalla Triestina, Puccio dall’Inter, Loseto (Sambenedettese) e Conti (Bari). Ma tutti questi acquisti non ingannino. Il nuovo corso inaugurato da Previdi prevede monte ingaggi dimezzato e fiducia piena ai giovani. La gioventù, però, non farà rima con inesperienza: molti di questi giocatori, infatti, hanno alle spalle già una buona esperienza in B o C. Anche l’Hellas, quindi, vuole fare la voce grossa.