21/11/2017

1°Cat: Vallesavio, un Berti in più per la Promozione

BORELLO– Ecco il bomber che mancava. Lo Sporting Club Vallesavio ha ingaggiato l’attaccante classe ’81 Stefano Berti dalla Loops Ribelle. La punta reduce dalla promozione in quel di Castiglione, con alle spalle un’importante esperienza in Promozione con la maglia del Ronta, è a tutti gli effetti un giocatore del Vallesavio. Il suo compito è chiaro: portare in dote quei gol che nella scorsa stagione sono mancati come il pane. I bianchi cesenati, infatti, vantarono la miglior difesa del torneo, ma il sogno promozione si arenò ai play-off proprio a causa della sterilità offensiva. La società, quindi, è corsa ai ripari: “E’ stato fatto un sacrificio per il reparto offensivo, dovevamo dare ‘peso’ all’attacco– spiega il direttore sportivo Brigantil’anno scorso creavamo tantissimo ma non finalizzavamo a sufficienza“. Il d.s. è visibilmente soddisfatto per questo colpo da novanta: “Berti è un cliente ostico per ogni difesa, speriamo che il campo dia ragione alla nostra scelta. Puntiamo molto su di lui“. L’ex Ronta e Loops, però, non è l’unico volto nuovo in casa bianca. Sono arrivati, infatti, i centrocampisti Sedioli dal Rumagna , il mediano Ghetti dal Due Emme e l’esperto difensore ex Gambettola Lorenzi.

Giovani di qualità– Ma la società di Borello fa molto affidamento sui giovani del vivaio. Ragazzi del ’90 per cui il club ha respinto molte sirene tentatrici: “Squadre d’Eccellenza sono venute a bussare alla nostra porta- rivela Briganti– ma noi abbiamo rifiutato tutte le offerte”. La speranza, infatti, è che “qualcuno di questi- Alitovik e Pirini tra i tanti- esploda“. Il mercato è stato di prim’ordine, quindi, sia sul fronte arrivi che su quello delle riconferme. Logico ritenerlo chiuso, anche se il d.s. non chiude del tutto la porta: “Per ora siamo a posto, ma se durante la stagione ravviseremo la necessità di operare qualche modifica saremo pronti ad intervenire” le sue parole.

Vietato porsi limiti– Il gruppo collaudato della scorsa stagione sarà guidato ancora una volta da mister Visotti, confermato a pieni voti: “E’ un tecnico molto preparato e vincente” l’elogio di Briganti. Le componenti per far bene ci sono tutte, insomma. L’imperativo è non porsi limiti: “Puntiamo più in alto possibile– dichiara battagliero il d.s.- l’anno scorso è andata benissimo, poi qualcosa è andato storto. Vogliamo ripeterci e, se possibile, migliorarci“. Il dirigente, però, non dimentica che il campionato sarà duro come non mai: “Ci sono 6/7 squadre molto attrezzate in grado di lottare per la promozione– ammette- vedo bene il Ronta e il Perticara, oltre al solito Predappio e al folto manipolo di forlivesi“. In questi casi, consigliabile prepararsi al meglio; proprio per questo l’inizio della preparazione è previsto per il 9 agosto: “E’ giusto iniziare a lavorare presto, i ragazzi si devono conoscere bene– la motivazione addotta dal d.s.- l’amalgama è fondamentale per disputare una stagione ad alti livelli“.