25/09/2017

Bologna scatenato, Lazio su Matuzalem. Giuly al PSG

Bologna incontenibile– Nessun contraccolpo in casa Bologna per la mancata cessione agli americani. Anzi, Cazzola e il suo staff si sono messi subito al lavoro per costruire una squadra competitiva per la massima serie. La dirigenza rossoblù, infatti, ha messo a segno un importantissimo doppio colpo di calciomercato: ufficiale il passaggio dalla Lazio di Mudingayi, mentre è in via di definizione il prestito dalla Roma del giovane bomber Okaka. Partiamo dal primo. Il centrocampista , strappato ad una nutrita concorrenza con un vero e proprio blitz, è costato 5 milioni più la seconda metà di Meghni, ora a tutti gli effetti un giocatore della Lazio. Per il giocatore, invece, contratto quadriennale. Il 27enne nazionale belga si distingue per forza fisica e abilità nel tiro dalla distanza: con Volpi va a formare una coppia di mediana completa che abbina interdizione a regia, tecnica a potenza.

Okaka ad un passo– Manca solo la firma per il passaggio in prestito del giovane attaccante giallorosso. La punta di origine nigeriane rimane quindi in Emilia, visto che nella scorsa stagione venne parcheggiato a Modena. In maglia gialloblù ha confermato le sue qualità, mettendo a segno 7 reti in 33 presenze e dando segni di costante crescita. Va ricordato, infatti, che Okaka ha appena 19 anni ed è uno dei giovani più interessanti del nostro panorama calcistico. Non a caso ha esordito con la casacca giallorossa ad appena 16 anni in coppa Uefa ed è titolare inamovibile della nazionale under 19 attualmente impegnata nell’Europeo di categoria. Bologna può essere il suo trampolino di lancio. Ma la campagna acquisti dei felsinei è tutt’altro che finita. Nel mirino ci sono ora gli esterni Pesce (Ascoli), Civelli (Marsiglia) e Ariatti (Lecce), mentre in difesa interessa Guglielmo Stendardo.

Mosse Lazio e Genoa– In attesa di colpi interessanti anche Lazio e Genoa. I biancocelesti, dopo l’ingaggio (quasi ufficiale) dello svizzero Lichtensteiner, stanno per ottenere il brasiliano ex Brescia Matuzalem in prestito (con riscatto fissato a 15 milioni) dagli ucraini dello Shakhtar. Il mediano verdeoro prende il posto di Mudingayi nello scacchiere del tecnico Delio Rossi. I rossoblù, invece, aspettano il sì del montenegrino Basa: l’accordo con il Le Mans, infatti, c’è già. In arrivo anche Mariano Stendardo, centrale svincolatosi dal Messina: a lui il compito di coprire le falle che verranno lasciate dalle partenze di Biava e Lucarelli. Tornando ai capitolini, si avvia alla conclusione il caso Behrami. Il West Ham sta per aggiudicarselo senza ricorrere all’articolo 17 della Fifa: gli inglesi verseranno 6 milioni circa al club di Lotito. Squadra che, come preannunciato da tempo, rinuncerà a Zauri. Il laterale è in procinto di approdare alla corte dei Prandelli.

Giuly al PSG– Da una capitale all’altra. Il piccolo centrocampista offensivo lascia Roma per trasferirsi al Paris Saint Germain. L’ex Barça, quindi, torna in patria appena un anno dopo il trasferimento in giallorosso. Motivo del trasferimento? Il francese si sarebbe lamentato del suo scarso impiego, conseguentemente la Roma ha preferito non trattenere un giocatore scontento.

Mercato europeo– Emigrante in cerca di riscatto. Pablito Aimar, uno dei tanti talenti argentini “bruciati” -per le aspettative suscitate in partenza, s’intende-, lascia la Liga per cercare il riscatto in Portogallo. Il fantasista 29enne passa dal Real Saragozza, fresco di retrocessione, al Benfica. Costo dell’affare 6.5 mln di euro, Aimar ha firmato un quadriennale nella speranza di mettere in mostra quelle qualità che non sono più emerse da quando lasciò il Valencia due estati fa. 6,5 milioni è pure la cifra che il Siviglia ha dovuto sborsare al Lione per accapararsi il nazionale francese Squillaci. Il 27enne difensore, reduce da un doppio scudetto transalpino, ha firmato con gli andalusi un quadriennale. Lascia la Premier, invece, Gilberto Silva: il mediano dell’Arsenal si trasferisce ad Atene, sponda Panathinaikos.