24/09/2017

Le panchine di una Lega Pro di lusso

luglio 9, 2008 di  
Inserito in Calcio news, Cesena Calcio, Lega Pro

Per fortuna che non si chiama più serie C. La Lega Pro che aprirà i battenti il prossimo settembre, infatti, si preannuncia piena di fascino. Quasi più della sorella maggiore B. Tante, tantissime, infatti, le nobili decadute e le piazze importanti. Partendo dalle retrocesse Cesena, Avellino e Ravenna, si passa alle deluse dai playoff Foggia, Cremonese, Taranto e Perugia, senza dimenticare le venete Padova, Verona e Venezia, le toscane Arezzo e Lucchese, la neopromossa Reggiana e il Pescara. Club che hanno vissuto stagioni di ben altra gloria.

Giovani rampanti– La lotta per la promozione, quindi, sarà accesa più che mai. La base per costruire un successo è, come sempre, la scelta della giusta guida tecnica. Andiamo allora a vedere come si sono mosse le big di Lega Pro in quest’ambito. Il Cesena si è affidato ad uno dei tecnici rivelazione della scorsa stagione di C: Bisoli, infatti, ha trascinato a sorpresa il Foligno ai play-off, ed ha già portato con sè dall’Umbria diversi giocatori (Bonura e Segarelli). L’altra romagnola, il Ravenna, si mette nelle mani di un ‘deb’ nonchè graditissimo ex: Gianluca Atzori, difensore giallorosso di fine anni Novanta. Per il 37enne tecnico, lo scorso anno vice di Zenga a Catania, si tratta dell’esordio da capoallenatore. Un giovane debuttante anche per l’ambizioso Monza. Stiamo parlando di Marcolin, 36enne ex Lazio che ha chiuso appena tre anni fa la carriera di calciatore. Vice di Somma a Brescia, ne ha ereditato il credo tattico, un 4-2-3-1 spiccatamente offensivo. Infine, l’Avellino è ancora in stand-by: l’ipotesi ripescaggio- il Messina è vicino al fallimento e gli irpini sarebbero i primi candidati a subentrare- è tutt’altro che remota. Cavasin in pole per l’eventuale ritorno in cadetteria.

Nomi importanti per smaltire le delusioni– Niente di meglio di un nome importante per smaltire le recenti delusioni. Il successore di Mondonico sulla panchina della Cremonese sarà l’ex ascolano Iaconi, non confermato dalla società marchigiana nonostante la buona stagione. Un “raccomandato” di Zeman, invece, per il Foggia. Raffaele Novelli, ex Manfredonia e Salernitana, promette gol e spettacolo come ai bei tempi zemaniani: obiettivo sfatare il tabù play-off. Stessa speranza coltivata dal Taranto che richiama un ex, Franco Dellisanti. Il dopo Cari è quindi affidato ad un tecnico che non ebbe fortuna nella precedente avventura in Puglia (2003-’04) conclusa con un esonero. L’ex tecnico rossoblù, invece, si è accasato ad Arezzo, mentre ‘Nanu’ Galderisi si è trasferito dai satanelli al Pescara.

Tra conferme e cambi di società Gian Marco Remondina è il nuovo allenatore del Verona. L’ex tecnico di Sassuolo (dove centrò i playoff) e Piacenza torna in sella dopo la breve e sfortunata stagione in Emilia terminata con un precoce esonero. Il neoallenatore gialloblù, abile nel mischiare moduli e uomini, deve risollevare le sorti dell’Hellas, salvatosi dal baratro della C2 per un soffio. Proprio per questo la campagna acquisti è sontuosa. Regna l’indecisione, invece, a Perugia. Priorità è stata data al cambio di proprietà, con l’acquisto del club da parte del perugino doc Covarelli, ex patron del Pisa. In panca, Cuccureddu ha già salutato tutti, il nuovo corso potrebbe chiamarsi Indiani. Per il tecnico di Certaldo si tratterebbe di un ritorno. Ben altri problemi a Lucca, dove guai societari- patron Hadj potrebbe lasciare, si rischia addirittura la mancata iscrizione al campionato- stanno catalizzando l’attenzione. Identica drammatica situazione a La Spezia: liguri, rossoneri e irpini sono gli unici club senza mister. Conferme, invece, per i due club veneti: a Venezia rimane l’ex difensore interista e viola Michele Serena, subentrato a stagione in corso sulla panchina arancioneroverde, mentre a Padova Carlo Sabatini rimane in sella nonostante le tante voci circolanti su un suo addio. Idem per una neopromossa di lusso come la Reggiana: Pani potrà continuare l’opera iniziata la scorsa stagione.