18/12/2017

Barça: Laporta rimane in sella. Per un pelo

luglio 7, 2008 di  
Inserito in Calcio Estero

Juan Laporta si salva. Ma c’è mancato davvero poco. La mozione di sfiducia proposta da due soci della giunta direttiva a capo del BarcellonaGiralt e Castellvì– non passa infatti per una manciata di voti. I primi risultati derivanti dallo spoglio delle schede parlano di un 61% favorevole alle dimissioni immediate del patron blaugrana, percentuale vicinissima al 66.6% necessario a far passare la mozione. Un vero e proprio plebiscito, quindi, da parte degli oltre 40000 soci (sui 118mila circa totali) accorsi a votare al Camp Nou. Laporta rimane in sella regolarmente in sella fino al 2010, scadenza del suo mandato, ma governare nel prossimo biennio sarà tutt’altro che facile.

I due anni disastrosi sotto il profilo sportivo assommati alla scelta dell’inesperto Guardiola (che si è presentato invocando il repulisti dei big, ovvero Deco, Ronaldinho ed Eto’o) per il dopo Rijkaard sono costati al presidente la mozione. E la contestazione, scatenatasi poco prima del voto del Camp Nou. L’unico sostenitore di Laporta rimane l’olandese Cruiiff. A suo rischio e pericolo, verrebbe da dire. Il Barça è più che mai nel caos, ma per buona pace degli scalpitanti Rosell e aspiranti presidenti dovranno attendere due anni.