23/08/2017

1°Cat: Edelweiss Jolly all’insegna dell’amarcord

luglio 5, 2008 di  
Inserito in Calcio in Romagna, Calcio Regionale

FORLI’– Ritorno al passato. O amarcord, se volete. E’ questo il leit motiv che accompagna la campagna acquisti dell’Edelweiss Jolly in vista della prossima stagione. Tanti, tantissimi i ritorni a partire dal tecnico. Marco Lasi, infatti, torna a guidare la compagine biancoazzurra a distanza di tre anni: una scelta fortemente voluta perché, come dichiara il direttore generale Galeottiha sposato il nostro progetto“. Il mister ha portato con sé dall’”autodeclassato” Rumagna altre vecchie conoscenze forlivesi: il difensore Babbi, il regista Barchi e il centrocampista Cavalloni. “Conosciamo molto bene questi ragazzi, giocarono tre anni fa qua a Forlì– commenta il d.g.- il legame tra loro e il mister, inoltre, è fortissimo, e questo gioverà molto alla squadra“. Ma i colpi da novanta del mercato biancoazzurro sono due 35enni: Caporali, bomber fresco di promozione con la Sampierana, e il portiere Davide Domeniconi (che rimpiazza Guerra, finito al Forlimpopoli). Entrambi ex e pure vecchi pupilli di Lasi, ovviamente: “Sono i classici uomini d’esperienza che servono per trainare un gruppo giovane come il nostro– afferma Galeotti- in un campionato irto di difficoltà come la Prima Categoria elementi del genere sono indispensabili“. Anche perché quest’anno i derby saranno all’ordine del giorno (Forlimpopoli, Sammartinese, Predappio): “L’esperienza conta tantissimo in questo tipo di partite. Sono comunque convinto che ci sarà da divertirsi” sono le parole convinte del dirigente.

Linea verde- L’Edelweiss, però, punta soprattutto alla valorizzazione dei giovani. La rosa, infatti, sarà composta da “12/13 giocatori esperti, anche se tra questi includo pure dei ventenni, e giovanissimi dell’89’-90’ provenienti dal vivaio” afferma un orgoglioso Galeotti. Linea verde, quindi. D’altronde, il vivaio biancoazzurro è di prim’ordine, come dimostra il successo sfuggito solamente all’ultima giornata nel campionato juniores provinciale. Il dirigente ci svela il lungimirante progetto della società: “Entro due/tre anni vogliamo che la prima squadra sia formata soltanto da elementi provenienti dal nostro settore giovanile. E già da quest’anno puntiamo ad inserire gradualmente in rosa qualche ragazzo del 91’“. A breve termine, invece, l’Edelweiss non fa voli pindarici e vuole disputare “un campionato tranquillo, migliorare il risultato della scorsa stagione sarebbe già un ottimo risultato” chiude Galeotti.