18/11/2017

Il ritorno di Lippi: “Totti e Nesta? No, grazie”

luglio 1, 2008 di  
Inserito in Italia, Mondiali 2010

Roma– Il Lippi bis è già iniziato. Il successore di Donadoni ha sostenuto oggi la prima conferenza del nuovo corso, facendo luce su alcuni punti cruciali del futuro della nostra Nazionale.

Mix è la parola giusta- “Totti e Nesta? No, grazie”. Questo in sintesi il Lippi pensiero su un eventuale ritorno in maglia azzurra dei due giocatori. Il c.t. ha aggiunto che “entrambi possono consigliare ad altri di non dare mai l’addio definitivo alla Nazionale“. Più chiaro di così… La nuova Italia sarà un mix tra “vecchi” e nuovi, le aperte sono aperte a tutti, Cassano compreso. E il gioco? Niente modello alla spagnola, ma una giusta miscela tra concretezza, modernità e perchè no, un pò di spregiudicatezza al momento opportuno.

Bis fortemente voluto– Perchè Lippi lasciò la panchina azzurra dopo il trionfo di Berlino? “Per motivi particolari, altrimenti non avrei mai abbandonato” le parole del tecnico viareggino. Ovvio che la vicenda Calciopoli, in cui era coinvolto il figlio, abbia inciso. Ma da allora Lippi si è sentito in debito con la Federazione, ed ha sempre sperato di tornare. Tanto al punto di rifiutare tante offerte da club e nazionali prestigiose. Normale, quindi, mettersi a disposizione in caso d’esigenza. Esigenza che si è prospettata al momento del fatal rigore di Di Natale.

A febbraio contro il Brasile– L’Italia e Lippi sono pronti a gettarsi nella nuova avventura. Primo obiettivo vincere il girone di qualificazione (“guai sottovalutarlo“), poi sottoporsi a test probanti, sulla falsa riga di quelli che ci avviarono verso il successo berlinese. Il neo c.t. svela già il nome di un avversaria di rango che affronteremo a febbraio: il Brasile.