19/08/2017

Euro 2008: i Top

giugno 30, 2008 di  
Inserito in Euro 2008

Dopo il Flop11, è il momento dei Top: ecco i miei migliori dell’Euro, il modulo è il solito 4-4-2

In porta menzione d’obbligo per Buffon: incolpevole sui 4 gol incassati lungo il cammino, San Gigi para il rigore a Mutu che, di fatto, allunga la nostra permanenza oltralpe. Anche Casillas e Boruc emergono dal grigiore, ma Gigi è ancora il numero uno.

Sergio Ramos è, oggi, il miglior difensore in circolazione: sulla fascia destra fa il bello e il cattivo tempo. E ha solo 22 anni. Beato chi ce l’ha.

Van Bronckhorst invece, è l’usato sicuro. Rimpatriato dal Barcellona per far giocare Zambrotta (ultimamente smistato a Milanello) e Abidal (vedi alla voce flop), l’oranje si ricostruisce una carriera al Feyenoord ed è il terzino sinistro più affidabile dell’Europeo.

In difesa chiamata per Pepe: il gigante portoghese fallisce il quarto con la Germania, ma fino a quel punto era stato perfetto. Anche negli inserimenti offensivi. Al suo fianco scegliamo, a sorpresa, Marchena: con lui in campo la Spagna non ha mai perso e si è laureata campione d’Europa…Chiamatela scaramanzia!

Esterno destro, naturalmente, Cristiano Ronaldo… Il prossimo Pallone d’Oro si dimostra di un’altra categoria, ma continua a soffrire le partite da dentro fuori. Con il freno a mano tirato contro la Germania, ma come ammicca lui alle telecamere…

A sinistra ballottaggio tra il turco Arda Turan e l’olandese Wesley Sneijder. Scelgo quest’ultimo per la contuinuità di rendimento, anche in una zona del campo non propriamente sua…

In mezzo ci sarebbero da fare molte citazioni…dall’olandese Engelaar a Xavi e Cesc (che assist in semifinale!!) ai portoghesi Deco e Moutinho, al polacco per caso Guerreiro al russo Zyrianov. Tra i tanti quindi scelgo il mastino Senna, forse il migliore in assoluto a questi europei (e non aggiungo altro), e il croato Luka Modric. Partito in sordina contro l’Austria, il neoacquisto del Tottenham ha preso in mano la sua squadra portandola a un minuto dalla storica semifinale. Gran giocatore!

In attacco scelgo Bimbo Torres, che avrà segnato solo due gol, mentre il compagno Villa è il pichichi europeo con quattro (e senza finale giocata, ma con una tripletta alla Russia nella prima giornata), ma uno è stato pesantissimo. Considerato che, di solito, i big si eclissano nelle finali, possiamo dire: o non è un big, oppure, più probabilmente, è un fenomeno. Di sicuro, a 24 anni, il futuro è suo. Al suo fianco ancora un ballottaggio: Arshavin o Podolski? Premio il secondo, più continuo nel rendimento, o almeno più presente: era l’attaccante tedesco meno atteso, ma in nazionale non fallisce mai

Il mio allenatore è lo Zar di tutte le russie, il giramondo Hiddink. Dove va lui, fioriscono le rose e il mare è più blu: Profeta! (in patria e non)… Battere la sua Olanda (e come lo ha fatto..) e il valore aggiunto! Menzione particolare per altri due mister che mi hanno affascinato: Terim (e le sue mimiche, adorabile..) e il croato Bilic: orecchino, moto perpetuo e passione genuina: Bravo!

Lascia un commento

Dì la tua su questo articolo

You must be Autenticato come to post a comment.

-->