21/08/2017

Inter, sprint finale per Quaresma, Lampard e Mancini

giugno 28, 2008 di  
Inserito in Calciomercato news, Inter, Juventus, Roma

L’Inter è l’unico club di serie A a non essersi mosso sul mercato. Forte della superiorità mostrata nelle ultime due stagioni, ha guardato sinora le concorrenti affannarsi per colmare il gap esistente. L’unica novità di rilievo (e che novità) è stato il cambio in panchina, con l’addio polemico a Mancini e l’arrivo del carismatico Mourinho. Ma l’Inter è tutt’altro che ferma: sta lavorando ai quei 3/4 colpi richiesti dal tecnico lusitano, quegli uomini in grado di far compiere il salto di qualità in Europa. I reparti interessati sono la mediana e le ali, i nomi sempre gli stessi: Lampard, Quaresma, Mancini.

Il centrocampista inglese è ad un passo. E’ lui l’obiettivo numero uno di via Durini, e l’accordo tra le due parti è già stato trovato: quadriennale a 7,3 milioni. Rimane da trovare l’intesa con il Chelsea, perchè il giocatore non vuole far uno sgarbo (leggi applicazione articolo 17 della Fifa) ad un club a cui è tanto legato. I nerazzurri, allora, dovrebbero sborsare una cifra intorno ai 9 milioni di euro: l’affare si farà, soprattutto quando il neoallenatore dei Blues Scolari riuscirà a portare a Londra il pupillo Deco. A quel punto Lampard sarebbe libero di riabbracciare il suo “maestro”.

Più complicata la trattativa per Quaresma. La richiesta iniziale del Porto era 40 milioni, l’offerta di Branca & co. 25. Adesso pare che le pretese dei Dragoes si siano abbassate a 33 milioni; ergo, le parti sono ancora lontane. Ma anche qui la volontà del giocatore potrebbe risultare decisiva. L’esterno classe 83′ vuole dimostrare a tutti i costi il suo valore in una piazza importante, e la presenza del connazionale Mourinho, che tanto lo stima, è un incentivo fortissimo.

Capitolo Mancini. Il romanista non è nella lista della spesa del tecnico di Setubal, ma il rapporto qualità-prezzo, considerato soprattutto il ruolo, ingolosisce sia l’allenatore che la dirigenza interista. Anche in questo caso Moratti è stato categorico: vietato spendere più di 10  milioni. La Roma ribatte 15, anche perchè non accetta contropartite tecniche (Suazo, Pelè o Crespo). Probabile un accordo a metà strada, martedì è previsto un nuovo incontro con importanti sviluppi.

Detto dei tre, è risaputo che l’Inter ha dato un ulteriore e importante chanche ad Adriano. Ora sta al brasiliano dimostrare di essere tornato ai suoi livelli. Insieme ad Ibra, Balotelli (ha rinnovato), Cruz e Crespo formerà il reparto attaccanti. In uscita Suazo, con cui la società vuole monetizzare, e lo svincolato Recoba (Espanyol?). Sempre per il capitolo cessioni, c’è in ballo il caso Stankovic. Il serbo vuole la Juve, ma gli juventini non vogliono lui. Un pò come gli atalantini con Vieri. Prevarranno le ragioni dei tifosi o quelle societarie?

Lascia un commento

Dì la tua su questo articolo

You must be Autenticato come to post a comment.

-->