22/09/2017

Eccellenza, Cesenatico e Forlì regine del mercato

Una retrocessa e una neopromossa accomunate da un desiderio, essere protagoniste assolute. Forlì e Cesenatico, due piazze storiche del calcio romagnolo, sono infatti le regine indiscusse del mercato d’Eccellenza. Galletti e corsari si sono sfidati sinora a colpi d’acquisti, e molto probabilmente lo faranno anche sul campo per il primato.

La rosa allenata dal nuovo mister Farsoni (ex San Mauro Mare) si è arricchita di ben 8 elementi. I colpi più importanti sono stati messi a segno nel reparto offensivo: dal Comacchio c’è stato il gradito ritorno di Salzano (ex partecipante del reality Campioni), da Fusignano arriva invece cobra Gualtieri. La coppia di bomber porta in dote ben 22 reti (12 il primo, 10 il secondo). I corsari hanno pescato a piene mani nel club neroverde, assicurandosi le prestazioni dei centrocampisti Lombardini e Fattori. Per la difesa, invece, hanno attinto dal Del Conca, prelevando Righi e Bendoni. Ma non è finita qui. E’ stato ingaggiato anche Antoniacci, jolly reduce dalla promozione con la Loops Ribelle e il mediano Cuttone della Vis Pesaro. Scatenati. I biancorossi, come dicevamo, non sono stati da meno. L’organico, d’altronde, doveva essere rinforzato considerato il salto di categoria e le ambizioni. Fuochi d’artificio anche qui in attacco. Il Forlì ha puntato su due bomber dal rendimento assicurato, vogliosi di riscatto dopo una stagione di luci e ombre: stiamo parlando di Biserna, sceso dalla D di Castel S.Pietro, e Muratori, cannoniere del Del Conca (9 reti per lui). Il parco attaccanti, considerando la presenza di Ricci (17 sigilli stagionali) è da categoria superiore. Scende dal campionato Dilettanti anche il centrocampista Mordini, mentre dal Castrocaro arriva uno dei pochi giocatori positivi nella disastrosa stagione dei termali, Baldinotti. Anche il ds Balzani ha fatto spesa a Fusignano, ottima squadra visto il raggiungimento della finale playoff, portando alla corte del confermatissimo Scardovi il difensore Magnani e Faedi. Da Santarcangelo, infine, proviene il giovane Ceschi. 7 colpi per tornare nel calcio che conta.

E le altre? Alfonsine e Imolese hanno avviato la rivoluzione. I ferraresi hanno acquistato 6 giocatori (l’ultimo colpo è Faedi, portiere classe 76′ ex Cesenatico e Verucchio), i rossoblù ben 11, tra cui spiccano bomber Facciotto (ex L’Aquila) e Antonellini (Low Ponte). Ma la notizia più attesa è arrivata dal tribunale: Lelli ha acquisito la società, scongiurando il rischio fallimento. Entro il 10 luglio l’Imolese saprà se potrà disputare il campionato d’Eccellenza come sembra, visto che possiede tutti i requisiti necessari. Il Fusignano ha posto rimedio (in parte) agli addii eccellenti con la coppia Foschini-Fabbri del Massalombarda, che a sua volta ha prelevato Lanzoni e Agrusti dal retrocesso Castrocaro. Ancora tutto fermo a Savignano, da registrare soltanto il rientro alla base di Merloni e l’ingaggio del mediano Casadei dal Mezzolara. Ha mosso i primi passi, invece, il Cervia. In arrivo Giorgi dal solito Castrocaro e il difensore Braccini dal Mezzolara. In stand by le situazioni di Faenza, Riccione e Verucchio. La squadra della Perla ha appena scelto l’allenatore, Pasquale Iachini, vice nella scorsa stagione. La panchina rosanero, invece, è stata affidata a Mazza, ex graditissimo (fu fautore del doppio salto dalla Promozione alla D) nonchè ct della nazionale sammarinese.